Marsciano, presidio per chiedere il raddoppio dell’uscita sulla E45

253

Convocato dal candidato sindaco di centrosinistra Michele Moretti: “Sicurezza stradale a rischio” – Appuntamento nei pressi dell’uscita lunedì 29 gennaio alle 12. Ci sarà la deputata Piccolotti

   

“Lo sviluppo non può mettere a repentaglio la sicurezza stradale e la viabilità di un territorio. Per questo chiediamo che lo svincolo all’altezza dell’uscita per Marsciano venga raddoppiato. Quella che, dati alla mano, è l’uscita più transitata della E45 da Perugia e Terni, non può sopportare che si aggiunga un enorme traffico di mezzi pesanti. La messa in sicurezza della viabilità è la nostra priorità per garantire a Marsciano un regolato accesso di merci e cittadini. Il raddoppio dello svincolo è indispensabile”.

Michele Moretti, candidato sindaco del centrosinistra, spiega così le motivazioni che sono alla base del presidio promosso per le ore 12 di lunedì 29 gennaio, proprio nei pressi dell’uscita che collega la E45 a Marsciano. Tra coloro che saranno presenti anche la deputata Elisabetta Piccolotti.

“Davanti all’imminente carico di traffico – aggiunge Moretti – che aumenterà la circolazione di mezzi pesanti, derivante dalla realizzazione di una piattaforma logistica di importanti dimensioni e il continuo sviluppo della nostra area industriale, impone con forza la necessità di affrontare la questione della viabilità dello svincolo della E45 Marsciano-Collepepe e della diretta del Cerro. Area, tra l’altro, vittima di ricorrenti allagamenti causati dall’uscita dagli argini dei fiumi Tevere e Nestore”.

“Va anche detto – sottolinea il candidato sindaco del centrosinistra – che il citato svincolo è l’uscita principale che collega Marsciano, e altri comuni, alla E45”.