Maltempo, i sindaci  di Assisi e Bastia Umbra chiedono un tavolo a Regione e Prefettura

207

Subito al lavoro

   

Si sta lavorando alacremente per ridurre i disagi causati dalle conseguenze del maltempo, in particolare della bomba d’acqua che si è scatenata nel tardo pomeriggio di venerdì scorso.

I danni dal punto di vista delle abitazioni e dell’ alveo del Tescio così in parte anche per  l’opera di messa in sicurezza degli argini sono drammaticamente visibili seppur ancora non quantificabili totalmente. Il percorso verde dal confine con Assisi fino al Ponte di Bastiola è stato interdetto  a causa dell’erosione degli argini, degli alberi caduti e dei danni recati alle passerelle. La forza dell’onda ha portato a valle detriti di notevole quantità, rialzando il letto del Tescio e del Chiascio.

Ad oggi continuano gli interventi per rimuovere i sedimenti depositati in strade ed edifici, gli abitanti della zona interessata sono ancora fortemente provati, hanno subito notevoli danni.

La situazione avrà ripercussioni importanti.  Intanto il sindaco di Assisi e il sindaco di Bastia Paola Lungarotti hanno chiesto a Regione e Prefettura l’istituzione di un tavolo per valutare complessivamente i danni derivati dall’ondata di maltempo che a una prima stima appaiono ingenti.

I cittadini interessati dall’evento dell’esondazione, possono rivolgersi ai seguenti numeri 075 – 8018225 e 8018203 (orario di ufficio: dal lunedì al venerdì 8.30-13.00 e martedì e giovedì 15.00 – 17.30)  oppure scrivere alla seguente email info@comune.bastia.pg.it per richiedere ulteriori informazioni. L’Amministrazione è costantemente vicina , consapevole della grave situazione.