Insediato in Regione il tavolo per la sostenibilità

128

Insediato in Regione il tavolo per la sostenibilità. L’Assessore Cecchini: “Condividiamo un progetto nuovo per l’Umbria”

“Vogliamo condividere un progetto nuovo per il futuro dell’Umbria, all’insegna della sostenibilità”.

È con queste parole che l’assessore regionale all’Agricoltura e Ambiente, Fernanda Cecchini, ha aperto la seduta di insediamento del Tavolo sulla sostenibilità che si è insediato questa mattina, nella sede dell’Assessorato regionale all’Agricoltura e Ambiente, alla presenza dell’assessore regionale alle Riforme Antonio Bartolini. Alla riunione del Tavolo, una delle articolazioni del Tavolo generale relativo alla crescita e all’innovazione dell’Umbria, hanno preso parte i segretari delle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil, rappresentanti delle organizzazioni agricole, delle associazioni di categoria dell’industria, commercio e artigianato, del mondo delle cooperative, dei periti agrari, insieme a dirigenti degli uffici regionali competenti in materia di agricoltura e ambiente e rappresentanti dell’Arpa, l’Agenzia per la protezione ambientale dell’Umbria.

“Il Tavolo affronterà le strategie di sviluppo sostenibile dell’Umbria – ha spiegato l’assessore Cecchini – avendo come punto di riferimento gli obiettivi nazionali ed europei, ma sapendoli declinare nel territorio regionale, trattando specificatamente i temi della produzione sia essa agricola che artigianale e industriale, dello sviluppo rurale, dell’ambiente, che sono intrecciati fra loro”.

“Quando parliamo di sostenibilità – ha aggiunto – deve essere chiaro che non parliamo solo di limiti, ma anche di opportunità di sviluppo. Fermo restando che per noi l’obiettivo principale è la tutela della salute dei cittadini, vogliamo confrontarci sulle strategie e sugli strumenti di programmazione quali i Piani relativi alla tutela delle acque, alla qualità dell’aria, alla strategia energetico ambientale, per la gestione dei rifiuti guardando in che modo si possa coniugare al meglio la tutela dell’ambiente con il mantenimento e lo sviluppo di impianti produttivi che danno lavoro e sviluppo, comprendendo dunque tutti gli aspetti della sostenibilità, da quella ambientale a quella economica e sociale”.

I rappresentanti delle organizzazioni sindacali e delle associazioni di categoria hanno condiviso “la strategicità degli obiettivi del Tavolo, che tiene conto dei mutamenti di questi anni e della maggiore sensibilità e attenzione attorno alle tematiche ambientali e alla loro trasversalità”.

Al termine di un confronto “acceso e schietto” sono stati messi a fuoco gli ambiti principali da affrontare “perché questo lavoro sia utile per l’Umbria” ed è stata concordata una prima ipotesi di lavoro.

Il Tavolo tornerà a riunirsi fra due settimane, lunedì 28 maggio, con all’ordine del giorno le Strategie di sviluppo sostenibile che dovranno essere adottate entro la fine dell’anno e il disegno di legge di riforma dell’Arpa.