In crescita il turismo museale a Spoleto

367

In crescita il turismo museale a Spoleto. Oltre 17.000 le presenze nel mese di aprile e e il primo maggio

Sono state oltre 17.000 le presenze nei musei di Spoleto nel mese di aprile e nella giornata del 1 maggio. Precisamente 17.098 quelli registrati nei musei comunali (Piazza Collicola, Casa Romana, Museo del Tessuto) e nei due Musei nazionali (Rocca Albornoziana-Museo nazionale del Ducato e Museo archeologico). Rispetto al 2017 c’è stata un incremento del 78,7% (9.568 nello stesso periodo del 2017).

Il record lo segna la Rocca Albornoz con il Museo nazionale del Ducato che fa registrare 9.161 visite, con un aumento di 3.197 visitatori rispetto al 2017 quando erano stati 5.964 (+53,6%).

La Casa Romana passa da 2.533 a 4.698 del 2018 (+85,5%), mentre lo scorso anno al Museo del tessuto e del costume erano entrate 326 persone contro le 892 di aprile-1 maggio 2018 (+173,6%).

Ottimi i risultati sia per Palazzo Collicola Arti Visive, che passa dai 745 ingressi ai 1.781 (+139,1%), che per il Museo archeologico con i 5.204 ingressi di quest’anno (+60,6%).

Chiuse lo scorso anno a causa degli eventi sismici di agosto e ottobre 2016, la chiesa SS. Giovanni e Paolo e la Basilica di San Salvatore – riferisce una nota del Comune – hanno fatto registrare rispettivamente 566 e 1.162 visite (San Salvatore è stata aperta nei weekend e dal 23 aprile al 1 maggio).

Quasi 5.000 (precisamente 4.942) i turisti che, dal 31 marzo al 1 maggio, si sono recati all’Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica (Iat) del Comune di Spoleto, prima in piazza della Libertà e poi in Largo Ferrer.