In arrivo il secondo ‘hotel Covid’

51
 

In arrivo il secondo ‘hotel Covid’. Per i positivi che non possono garantire isolamento in casa

È in arrivo in Umbria una nuova convenzione per un altro hotel Covid (uno è già in funzione) per chi non può garantire l’isolamento in casa. È la misura annunciata dalla presidente della Regione Donatella Tesei, durante la conferenza per fare il punto sulla pandemia in Umbria, insieme ad altre “iniziative importanti per il territorio”. La governatrice ha fatto riferimento ad incontri con i medici di medicina generale, “per accordi sul loro ruolo e sulla possibilità di fare loro i test direttamente”. Il direttore regionale alla Salute, Claudio Dario, ha sottolineato “l’ampia disponibilità ricevuta” in tal senso.

“Gli incontri – ha detto Dario – si stanno rivelando interessanti sia per il supporto al tracciamento sia per la sorveglianza dei positivi che restano a casa sia per l’espletamento dei test. Si parla di meno di un paziente per ogni medico, valutando i positivi ad oggi”.

Nell’ottica di “mettere in campo quanto possibile per mantenere alto il discorso del monitoraggio della situazione”, la presidente Tesei ha infine ricordato l’accordo cui si sta lavorando con le farmacie per somministrare i test rapidi.