Il Comune di Spello concede a Giuseppe Imperato la Benemerenza civica

166

La cerimonia di conferimento si è svolta ieri mattina nel Palazzo comunale

 

 Si è svolta ieri mattina nella Sala dell’Editto del Palazzo comunale di Spello la cerimonia di conferimento della Benemerenza civica riconosciuta dal Comune di Spello al dott. Giuseppe Imperato, fondatore e direttore de La Voce Vesuviana e presidente del concorso nazionale di poesia Rosa Formisano, già comandante della stazione dei Carabinieri di Spello nel 1962. Ad accogliere Imperato e la sua famiglia erano presenti il sindaco, la giunta comunale, alcuni consiglieri comunali e  per l’Associazione nazionale carabinieri il generale Antonio Federico Cornicchia, Anna Maria di Carlo delle Benemerite Umbria, i rappresentanti di Assisi, Perugia, Gualdo Tadino, Norcia, Dario Angelucci, il direttore de La Squilla Mario Manini, il presidente del Circolo Foto Amatori Hispellum Ennio Angelucci e Gianfranco Costa fondatore del Centro internazionale per la pace tra i popoli di Assisi; presenti anche l’assessore alla cultura del Comune di Spoleto e il direttore del Cenacolo Francescano Giuseppe Crucitti. Il primo cittadino ha aperto la cerimonia ringraziando il Consiglio Comunale che all’unanimità ha deciso di concedere la Benemerenza come segno di stima, apprezzamento e riconoscenza nei confronti dell’impegno profuso dal dott. Imperato il quale ha mantenuto negli ultimi 60 anni rapporti di amicizia e di scambio con le Associazioni del territorio facendosi promotore di numerose iniziative sociali e culturali, anche in occasione del terremoto del 1997.  Nel ricordare la vicinanza a Spello, Imperato ha ringraziato quanti si sono fatti promotori della concessione della Benemerenza Civica e hanno voluto partecipare e condividere con lui questo giorno speciale, anche portando e inviando messaggi di vicinanza e di affetto.