Gualdo Tadino, Sp 245 Schifanoia: attivate telecamere per presenza animali selvatici

270

Le telecamere sono entrate in funzione

   

E’ di queste ore l’entrata in funzione, lungo la SP 245 di Schifanoia (Gualdo Tadino), del nuovo impianto per rilevare gli animali selvatici dotato di telecamere ad infrarossi, al fine di prevenire gli incidenti stradali causati dal loro attraversamento.

Ad installarlo è la Provincia di Perugia,  Servizio progettazione viaria diretto da Giovanni Solinas, sotto la guida del responsabile Lanfranco Ghiani, che spiega come i nuovi impianti saranno attivi H24, ma si inizierà a farli lavorare solamente di notte, dalle 18 in poi  in quanto durante il giorno non si ravvisa un problema per il transito di animali perché i cinghiali durante le ore diurne dormono per spostarsi di notte alla ricerca di cibo.

“Oltre che di impianto in questo tratto di strada c’è un problema di velocità delle auto – spiega Ghiani – che viaggiano abbondantemente sopra i limiti di velocità. Ecco perchè con la Polizia Provinciale si è deciso di effettuare dei controlli in tal senso. La sera verrà svolta anche la prevenzione che consiste nel transitare con la macchina con la scritta luminosa “rallentare per animali in strada”, con il fine di educare l’automobilista ad agire di conseguenza”.

Questo entrato in  funzione  è l’ottavo impianto di questo genere che la Provincia ha installato sulle strade di sua competenza. Tal sistema si è rivelato molto efficace facendo diminuire dell’80% gli incidenti dovuti a questa causa.

Dal monitoraggio svolto nei mesi precedenti da parte dei competenti uffici provinciali, questo tratto della SP 245, lungo circa 500 metri, è risultato particolarmente battuto da questi animali pericolosi per la circolazione. La loro presenza si ha soprattutto nelle ore notturne, quando gli animali percorrono chilometri alla ricerca di cibo.

L’innovativo dispositivo è di quelli previsti dal progetto LIFE STRADE – LIFE11BIO/IT/072, per la gestione e riduzione delle collisioni veicolari con la fauna selvatica. Attraverso una centralina di segnalazione e messaggi luminosi e sonori, il dissuasore impedisce il passaggio di animali che vivono in libertà e allertano gli automobilisti del pericolo. Il sistema è basato su radar e sensori termici, individua la presenza di un animale a bordo strada e attiva una segnalazione luminosa che avvisa l’auto in transito, inducendo il rallentamento del mezzo. Se l’automobilista non diminuisce la velocità allora entra in funzione un sistema di dissuasione acustica che fa allontanare l’animale, riproducendo i suoni di una battuta di caccia al cinghiale.

“Come Provincia di Perugia, insieme a tutte le forze dell’ordine, siamo attivi 24 ore su 24 per intervenire in caso di incidente – informa Ghiani -. E’ stretta la collaborazione inoltre con la Polizia provinciale che ha messo a disposizione una squadra di dieci agenti per effettuare i rilevamenti, dalle 7 alle 19, anche se è nostra intenzione estendere il servizio anche nelle fasce orarie notturne”.