Gualdo Tadino, Ecosuntek Spa: approvato bilancio d’esercizio 2022, la produzione sfiora un miliardo di euro

1932

Prosegue lo sviluppo dell’area di business Power generation – Approvato anche il bilancio consolidato al 31 dicembre 2022. Volumi e ricavi in forte crescita

   

È stato approvato all’unanimità dal Consiglio di amministrazione il progetto di bilancio della Capogruppo e il bilancio Consolidato dell’esercizio 2022 di Ecosuntek Spa, società quotata sul mercato Euronext Growth Milan.

I dati economici registrati dal Gruppo nell’esercizio 2022 mostrano un valore della produzione pari a 906,64 milioni di euro e un ebitda pari a 17,34 milioni di euro, a cui hanno contribuito sia l’attività del Gruppo di gestione dell’intera filiera dell’energia elettrica e della commercializzazione del gas, che l’attività di ‘Power Generation’ svolta dalla Capogruppo, direttamente o attraverso le società controllate.

L’esercizio 2022 ha registrato un importante crescita economica del Gruppo, caratterizzata dal consolidamento e dallo sviluppo del business in ambito energetico attraverso l’attività di reseller e vendita di energia elettrica, che si è attestata al 99,29% del totale dei ricavi del Gruppo (900,17 milioni di euro), con un incremento, rispetto allo stesso periodo 2021, pari a 713,53 milioni di euro (+382%), dovuto anche alle dinamiche esogene dei prezzi dell’energia elettrica e gas. La posizione finanziaria netta consolidata al 31 dicembre 2022 è positiva ed è pari a 4,33 milioni di euro contro 13,65 milioni di euro di debito netto dell’esercizio precedente. Il Patrimonio netto del Gruppo è pari a 11,32 milioni di euro a fine esercizio 2022 contro un valore di 6,14 milioni di euro dell’esercizio 2021.

Per quanto riguarda la Capogruppo, nell’esercizio 2022 ha registrato un forte incremento rispetto all’esercizio precedente con ricavi complessivi per 41,83 milioni di euro. L’attività di reseller dell’energia elettrica ha generato ricavi per 40,69 milioni di euro con un +117% rispetto all’esercizio precedente; l’attività di Power generation risulta invece sostanzialmente in linea con l’esercizio precedente, con ricavi per l’esercizio 2022 di 0,17 milioni di euro, a cui si aggiungono i ricavi derivati da altre attività per 0,97 milioni di euro, in aumento rispetto l’esercizio precedente. Il Patrimonio netto della società è pari a 10,5 milioni contro 9,8 milioni di euro dell’esercizio 2021.

La posizione finanziaria netta è pari a 0,63 milioni di euro contro 0,52 milioni di euro dell’esercizio 2021. Rispetto a Power generation, in particolare, il Gruppo, nei primi mesi del 2023, ha avviato le attività̀ di revamping/repowering dell’intero portafoglio di impianti fotovoltaici detenuti. Le attività̀ prevedono l’ammodernamento e l’efficientamento della capacità produttiva di tutti gli impianti, sia a tetto che a terra, e per questi ultimi anche un notevole incremento della producibilità̀ grazie alla modifica delle attuali strutture fisse con nuove strutture ad inseguitore solare. Sono inoltre in corso una moltitudine di iniziative di sviluppo di autorizzazioni di impianti fotovoltaici che, grazie anche alla semplificazione normativa in corso di definizione, arriveranno a compimento tra la fine del 2023 ed il 2024. L’obiettivo è quello di accrescere in modo significativo nel prossimo triennio il portafoglio delle unità di produzione del Gruppo.

“Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti nel 2022 – ha commentato Matteo Minelli, amministratore delegato di Ecosuntek Spa –, un anno caratterizzato da volumi in crescita, con ricavi che hanno sfiorato un miliardo di euro, anche per i picchi dei costi delle materie prime per fattori esogeni, quali le tensioni internazionali registrate in Ucraina. In tale contesto, ci rende orgogliosi essere riusciti a mantenere una buona marginalità, in crescita nei valori assoluti, segno evidente della nostra capacità di saper gestire al meglio il nostro core business, caratterizzato dall’intera gestione della filiera dell’energia elettrica. Siamo infatti anche contenti di essere riusciti a mantenere la nostra capacità di attenta e costante pianificazione che ha guardato sia al consolidamento delle attività storiche del Gruppo che alle nuove opportunità che si sono presentate nel nostro settore, che ci hanno consentito di aumentare consistentemente i volumi. Per il futuro siamo fiduciosi, tenendo conto che nonostante l’andamento dei prezzi si stia normalizzando e tornando ai valori pre-guerra, il Gruppo proseguirà nel raggiungimento di importanti risultati anche per il 2023, grazie all’aumento dei volumi di energia e gas transati. Vorrei sottolineare, inoltre, che stiamo parallelamente lavorando per far crescere l’attività di Power generation a cui crediamo molto e che consideriamo strategica per il Gruppo”.

“Altra nota di rilievo – ha proseguito poi Minelli – è la pubblicazione del primo Bilancio di sostenibilità che rappresenta un passaggio fondamentale nel nostro percorso di crescita sostenibile, nel pieno rispetto dell’ambiente e con una governance moderna ed efficiente. La nostra società mira ad anticipare e gestire le attuali e future opportunità imprenditoriali e i rischi di tipo economico, ambientale e sociale, concentrandosi sulla qualità, l’innovazione e la produttività. Guardiamo con attenzione alla sostenibilità, tenuta sempre in grande considerazione nelle nostre decisioni di investimento rappresentando un fattore intangibile capace di generare un forte impatto sul core business della società”.