Giornata internazionale dello studente: giovani in piazza in tutta l’Umbria

191
   

Questa mattina nelle piazze di Terni e Perugia gli studenti hanno manifestato nella Giornata Internazionale dello Studente contro i tagli alla spesa pubblica

“Le centinaia di studenti in piazza questa mattina sono un segnale che le istituzioni non possono continuare a ignorare: è arrivato il momento per la Giunta regionale di trattare con le organizzazioni studentesche- ci racconta Enea Spilla, coordinatore dell’Unione degli Studenti Umbria- passare anni con soffitti pericolanti e ammuffiti, in scuole che producono automi e non più studenti, non passerà più in sordina, abbiamo alzato la testa ed è ora che la politica accolga le nostre istanze”

Anche dagli studenti universitari un segnale netto, come ci racconta Nicola Cardinali, coordinatore di Link Coordinamento Universitario Perugia “Dopo anni passati a denunciare situazioni di sovraffollamento degli spazi e una generale precarietà dei servizi per il diritto allo studio, costretti a un rinnovo annuale tutt’altro che certo, il risultato era oggi in piazza a gridare a pieni polmoni che un’altra università non solo è possibile: è necessaria”

“Oggi più che mai un tavolo di trattativa è imprescindibile- conclude Alice Spilla, Coordinatrice di Una Regione Per Restare- fermare la crisi sociale e generazionale che dilaga nei nostri territori non è solo l’ennesimo tema su cui fare becera campagna elettorale, ma la battaglia per eccellenza che deciderà il futuro della nostra terra. Se oggi siamo arrivati fin qui è anche grazie a un percorso di convergenza con i lavoratori in sciopero generale, il sociale non è più frammentato, possiamo produrre proposte alternative per il territorio ed è giusto che la Regione le accolga.”