Evento finale con le scuole per il progetto ”Dear Student-Educare allo Sviluppo Umano Sostenibile”

625

Lunedì 8 giugno alle 9.30 si terrà l’evento finale con le scuole nell’ambito del progetto europeo “DEAR STUDENT – Educare allo Sviluppo Umano Sostenibile”; appuntamento presso la Sala dei Notari del Palazzo dei Priori. L’evento è promosso dal Comune di Perugia e FELCOS Umbria. All’evento interverranno Dramane Diego Wague’, Assessore con delega alla Scuola del Comune di Perugia, Silvano Ricci, Presidente di FELCOS Umbria e Consigliere del Comune di Terni, Silvia Stancati, Assessore con delega alla Cooperazione Internazionale del Comune di Foligno e Vice Presidente di FELCOS Umbria, Maria Elena Bececco, Vice Sindaco ed Assessore con delega alla Scuola del Comune di Spoleto e Lucia Maddoli, Responsabile Area Cooperazione di FELCOS Umbria. “DEAR STUDENT” è un progetto di educazione allo sviluppo che si realizza in sei diversi paesi europei (Bulgaria, Croazia, Italia, Portogallo, Romania e Spagna) e che in Umbria, attraverso FELCOS Umbria (Fondo di Enti Locali per la Cooperazione Decentrata e lo Sviluppo Umano Sostenibile) ha coinvolto 5 scuole secondarie (il Liceo di Scienze Umane “Assunta Pieralli”, l’Istituto Tecnico Tecnologico Statale “Alessandro Volta” e l’Istituto di Istruzione Superiore “Giordano Bruno” di Perugia, il Liceo Scientifico “Guglielmo Marconi” di Foligno e l’IIS-Istituto di Istruzione Superiore Tecnico Professionale di Spoleto) e 7 scuole primarie (Istituto Comprensivo 7 – San Sisto “Carlo Collodi”, Istituto Comprensivo Perugia 15, il II Circolo Didattico di Perugia-“Villaggio Kennedy”, l’Istituto Comprensivo 3 di Sant’Eraclio, l’Istituto Comprensivo Foligno 1 “Borroni” e “Santa Caterina” e la Direzione Didattica “Giuseppe Mazzini” di Terni). Il progetto ha due obiettivi principali; da un lato mira al rafforzamento della consapevolezza e dell’impegno delle Autorità Locali rispetto al ruolo fondamentale che essi possono giocare nel promuovere lo sviluppo umano sostenibile e nel favorire una partecipazione più attiva e responsabile della cittadinanza sulle questioni della lotta alla povertà, alle disuguaglianze e all’esclusione sociale ed economica; dall’altro lato, mira a favorire l’inclusione delle tematiche dello sviluppo sostenibile all’interno dei programmi di educazione formale. La scuola, infatti, quale soggetto deputato ad educare i ragazzi all’inserimento nella vita sociale e nel mondo del lavoro, promuovendo l’educazione alla cittadinanza attiva attraverso saperi vivi e contestualizzati, deve formare cittadini consapevoli del fatto che tutti gli esseri umani si trovano ad affrontare le stesse sfide e le stesse problematiche e che, quindi, è necessario costruire insieme una società giusta e inclusiva. In questo quadro sono state realizzate numerose attività didattico-formative rivolte alle scuole primarie e secondarie superiori che hanno aderito al progetto, con l’obiettivo di educare i giovani a nuovi stili di vita, fornendo loro gli strumenti per affrontare le sfide globali della lotta alla povertà e dello sviluppo umano sostenibile. Tutti gli attori coinvolti (i Comuni, le scuole e le associazioni del territorio) e la cittadinanza sono stati invitati a partecipare a questo evento per condividere le attività realizzate e restituire i risultati raggiunti dal progetto. Cuore della manifestazione sarà la presentazione dei prodotti audio-visuali e radiofonici elaborati dagli studenti con il sostegno degli insegnanti e delle associazioni del territorio coinvolte, realizzati in seguito alle attività svolte in classe sulle tematiche legate allo sviluppo umano sostenibile. Partner del progetto, cofinanziato dall’Unione Europea e promosso dal Fondo Andaluso dei Municipi per la Solidarietà Internazionale (FAMSI) che ne è capofila, oltre a FELCOS Umbria, sono il Fondo Provinciale Milanese per la Cooperazione Internazionale (FPMCI), ACRA, Associazione delle Municipalità della Romania (AMR), APEL, Associazione CARITAS Bucarest, Provincia di Vukovar-Srijem; Istituto Croato per il governo locale, Municipalità di Dimitrovgrad, Fondazione Paideia, Municipio di Sao Bras de Alportel, Associazione In Loco.