Europee, FdI primo partito in Umbria, cresce il Pd

97

FI supera la Lega, crolla il M5s e non sfonda Bandecchi

   

A scrutinio per le europee completato in tutte le mille sezioni dell’Umbria, Fratelli d’Italia si conferma primo partito e ottiene il 32,62 per cento dei voti.

Dato superiore di circa due punti rispetto alle politiche di due anni fa. Nel centrodestra Forza Italia supera la Lega. Cresce anche il Pd, mentre fa segnare un calo vistoso il Movimento 5 stelle. Non sfonda Alternativa popolare guidata dal sindaco di Terni Stefano Bandecchi.

Un quadro che si ricava dai dati definitivi riportati dal portale Eligendo. Ora l’attesa è per lo scrutinio dei voti dai quali usciranno i nomi dei sindaci di alcuni tra i principali comuni umbri a cominciare da Perugia (secondo l’exit poll si profila un testa a testa tra Vittoria Ferdinandi, centrosinistra data tra il 49 e 53%, e Margherita Scoccia, centrodestra, 44-48%). In prospettiva ci sono poi le regionali di autunno-inverno.

Tornando alle europee, il 32,62 per cento dei voti ottenuto da Fratelli d’Italia non è nemmeno lontanamente paragonabile al 6,58 della precedente consultazioni ma anche superiore al poco più del 30 per cento delle politiche.

Nel centrodestra, Forza Italia ha ottenuto l’8,38 dei consensi (6,84 alla Camera alle politiche e 7,28 al Senato) sorpassando la Lega che si è fermata al 6,83 (7,75 e 7.91 nei due rami del Parlamento alle precedenti politiche).

Il partito democratico si conferma secondo partito e cresce. Ha infatti ottenuto il 26,38 per cento dei consensi. Dato superiore al 23,98 delle precedenti europee ma anche alle politiche quando aveva fatto registrare in Umbria 20,9 alla Camera e 21,42 al Senato.

Tonfo del M5s che ha ottenuto l’8,87 dei voti, il 5,76 in meno rispetto al dato europeo precedente ma anche inferiore al poco più del 12 per cento delle politiche.

Si fermano al 3,05 e al 2,53 Stati Uniti d’Europa di Matteo Renzi e Azione di Carlo Calenda superati da Alleanza verdi e sinistra al 5,71.

Non decolla poi Alternativa popolare di Stefano Bandecchi che ha ottenuto l’1,84 per cento dei voti.

Riguardo ai singoli candidati, dominatrice indiscussa Giorgia Meloni con 39.047 voti seguita dal presidente dell’Assemblea legislativa Marco Squarta, 18.683. Nel Pd l’europarlamentare uscente Camilla Laureti con 15.239 fa meglio della capolista Elly Schlein, 9.150. Il capolista della Lega Roberto Vannacci supera le 10 mila preferenze.