“Danni alluvione, dalle parole ai fatti: in arrivo contributi per famiglie e imprese”

1103

Interessate Gubbio, Pietralunga e Scheggia e Pascelupo

“Un contributo fino a 5mila euro per i nuclei familiari e fino a 20mila euro per le attività economiche e produttive: la Regione Umbria ha approvato i criteri e le procedure per l’erogazione dei contributi per il ristoro dei danni ai privati ed alle attività economiche e produttive a seguito degli eccezionali eventi meteorologici che il 15 settembre 2022 hanno colpito Gubbio, Pietralunga e Scheggia e Pascelupo”.

   

A intervenire è il capogruppo Lega Umbria Stefano Pastorelli insieme al segretario comunale Lega Gubbio Luca Ramacci, il vicesegretario Micaela Parlagreco e i consiglieri comunali Michele Carini e Sabina Venturi.

“Il decreto che sarà pubblicato nei prossimi giorni – annuncia Pastorelli – è frutto dell’impegno congiunto del Governo nazionale e della Giunta Tesei e sottolinea la grande attenzione che è stata posta dalle istituzioni nei confronti di un territorio martoriato dagli eventi atmosferici straordinari di un anno fa che hanno colpito centri abitati e aree rurali, causando gravi danni agli edifici pubblici e privati, alle attività economiche e produttive, alle infrastrutture viarie e alla rete dei servizi essenziali. Un lavoro in sinergia svolto su più livelli istituzionali, che ha consentito di garantire risposte adeguate alle criticità esistenti. In questo contesto gli esponenti territoriali della Lega hanno saputo recepire tempestivamente le istanze dei cittadini, delle famiglie e delle imprese e trasmetterle a livello regionale, dimostrando grande vicinanza al territorio, offrendo sostegno e ascolto a chiunque ne avesse bisogno. In particolare sono stati previsti fino a 5mila euro per ogni nucleo familiare la cui abitazione principale, abituale e continuativa risulti compromessa nella sua integrità funzionale e fino a 20mila euro per l’immediata ripresa delle attività economiche e produttive danneggiate dagli eventi atmosferici dello scorso anno. Con questi ulteriori interventi si compie un altro passo avanti nel percorso di rilancio delle zone dell’Alto Chiascio in Umbria colpite dal violento nubifragio che si affianca a tutte le iniziative di varia natura messe in campo per il ripristino della funzionalità dei servizi pubblici e delle infrastrutture, per la realizzazione di interventi per la tutela della sicurezza pubblica e per il recupero dei beni culturali e paesaggistici. Prosegue l’impegno della Lega in Umbria nel reperire le risorse necessarie per fronteggiare le varie criticità sul territorio regionale”.