Coronavirus: “Fase relativamente stazionaria in Umbria”

74
Nella foto: l'Assessore Luca Coletto e il Direttore regionale alla sanità Claudio Dario
 

Coronavirus: “Fase relativamente stazionaria in Umbria”. Si rimane in zona arancione, ma la situazione non è critica. A dirlo il direttore regionale alla Salute, Claudio Dario

“Non ci sono indicazioni di peggioramento della curva epidemica, siamo in una fase relativamente stazionaria anche se nei diversi contesti umbri ci sono situazioni differenziate”.

Lo ha detto il direttore regionale alla Salute, Claudio Dario, durante la videoconferenza stampa di aggiornamento settimanale sullo scenario legato all’emergenza sanitaria tenuta insieme al vicecommissario per l’emergenza covid Massimo D’Angelo e ai rappresentanti del Nucleo epidemiologico regionale.

“Oggi – ha affermato Dario, invitando i cittadini a non abbassare la guardia – si riunirà la cabina di monitoraggio e per quanto riguarda l’Umbria non ci sono particolari segnali di allarme in più rispetto alla fascia arancione in cui siamo inseriti al momento. Per questo motivo, da indicazioni nazionali, è previsto comunque che si persista in questa fascia per il tempo stabilito di due settimane anche se ci fosse una retrocessione rispetto ai dati di contagio”.