Alla “Carducci” con i giocatori e dirigenti del Perugia Calcio

681
????????????????????????????????????

Una mattinata per parlare dei valori che il calcio, ma lo sport in generale, devono veicolare per essere da esempio per le giovani generazioni. È stato questo il tema affrontato dai ragazzi dalla Scuola secondaria di primo grado “Carducci-Purgotti” di Perugia insieme ai giocatori e dirigenti dell’AC Perugia rappresentato nell’occasione dal Direttore Area Tecnica Roberto Goretti, dai giocatori Sanjin Prcic e Francesco Della Rocca, dal team manager Simone Rubeca con il supporto dell’ufficio marketing e comunicazione. Dopo l’introduzione del preside dell’istituto Fabio Gallina che ha ricordato come “lo sport debba essere un veicolo di educazione, rispetto, lealtà ma anche divertimento e passione” spazio alle domande che i giovani studenti hanno rivolto a Prcic e Della Rocca; dal come hanno iniziato a giocare a calcio ai sacrifici che hanno dovuto affrontare per arrivare ad alti livelli passando per l’emozione che provano quando segnano un goal.

“Il calcio deve rimanere un divertimento – ha spiegato a margine dell’evento Francesco Della Rocca – e vorrei che i ragazzi giocassero senza pressioni e senza grandi aspettative. Se in campo ci comportiamo bene anche loro si avvicinano sempre di più al Perugia”.

Alcune domande sono state rivolte anche al Direttore Goretti che ha voluto ribadire l’importanza della scuola, oltre che dello sport, nella crescita di un ragazzo. “La vostra formazione e la vostra cultura – ha spiegato – sono il miglior strumento per migliorare la società. E non importa se al posto del calcio pratichiate un altro sport, l’importante è che ci mettiate passione e impegno”.

“Ormai questa è una delle tante iniziative che come società stiamo portando avanti – ha aggiunto Marco Santoboni, Responsabile Marketing – e siamo contenti dell’entusiasmo che ogni volta riceviamo. Il Perugia Calcio è sempre vicino alle nuove generazioni”.

Per rendere l’incontro più divertente il vice presidente del Comitato Genitori che opera all’interno della scuola, Raffaele Goretti, ha organizzato una piccola lotteria con vari premi tra cui la maglia del bomber Ardemagni e un pallone autografato da tutti i giocatori biancorossi. Ad estrarre i vincitori le ragazze della Rappresentativa Calcio a 5 femminile che sta ottenendo buoni risultati a livello regionale. Un ringraziamento particolare va anche al corpo docenti che ha collaborato all’iniziativa.