A Cascia riprendono i lavori per la Casa di Santa Rita

163

Saranno realizzati alloggi per familiari pazienti ospedale

   

La prima cura è la vicinanza, ce lo ricorda Papa Francesco per la Giornata mondiale del malato, messaggio che facciamo nostro concretizzandolo nella Casa di Santa Rita, baluardo contro la solitudine dei malati, quelli che all’ospedale di Cascia affrontano lunghe cure lontani dagli affetti”: così suor Maria Rosa Bernardinis, madre priora del monastero Santa Rita da Cascia e presidente della omonima Fondazione, annuncia il proseguo dei lavori che porteranno alla realizzazione dell’alloggio che sarà messo a disposizione dei familiari dei pazienti.

“Dopo l’avvio a settembre 2022 e nonostante alcuni rallentamenti burocratici, abbiamo compiuto il passo decisivo con l’installazione della scala d’ingresso, che ci permetterà presto di dare vita a una roccaforte dei legami umani dove accogliere le famiglie dei malati, perché solo nella condivisione la sofferenza si trasforma in cammino collettivo di speranza e guarigione”, ha spiegato la religiosa.
“Il nostro progetto, sostenuto dalla generosità di molte persone – ha detto ancora l’agostiniana – nasce come risposta a un bisogno condiviso dalle famiglie e dai malati, soprattutto quanti non hanno possibilità economiche per restare uniti durante le cure a Cascia, lontani da casa”.
Nella Casa di Santa Rita saranno realizzate sette camere con bagno privato, una sala da pranzo comune con angolo cottura, una lavanderia e un ripostiglio.