Usl Umbria 1, cordoglio per la morte di Fabrizio Ciappi

242

Usl Umbria 1, cordoglio per la morte di Fabrizio Ciappi. Il neuropsichiatra è stato direttore del centro di salute mentale di Città di Castello e ha contribuito a portare avanti il modello di psichiatria di comunità

Nell’apprendere della morte del professor Fabrizio Ciappi, ex responsabile del centro di salute mentale di Città di Castello, la direzione aziendale della Usl Umbria 1 e tutti i colleghi e amici che hanno avuto modo di conoscerlo nell’ambito professionale esprimono profonde condoglianze a tutta la famiglia.

Fabrizio Ciappi fu neuropsichiatra, direttore del dipartimento di salute mentale della ex Asl1 della Regione Umbria, professore presso varie scuole di specializzazione della Facoltà di Medicina  dell’Università di Perugia. Fu fra i membri fondatori di Psichiatria Democratica e contribuì,  insieme a Carlo Manuali, all’affermazione del modello di psichiatria di comunità, che ebbe in seguito  il suo riconoscimento ufficiale  nella Legge 180 del maggio 1978, che riformò profondamente la psichiatria in Italia attraverso  la chiusura degli ospedali psichiatrici e l’affermazione della  salute  mentale come un diritto fondamentale e un importante obiettivo sociale.

 Ha iniziato la sua carriera medica presso gli ospedali psichiatrici di Arezzo e Perugia ed è poi passato al lavoro territoriale presso i Centri di salute mentale di Perugia centro e Città di Castello. La sua carriera si è contraddistinta per una lunga e proficua attività clinica a fianco dei malati e delle loro famiglie, mantenendo sempre elevato l’impegno non solo tecnico, ma anche sociale e politico in difesa dei più deboli.  In virtù della sua ampia cultura e competenza scientifica, ha portato il suo contributo attivo e sempre originale in seminari, conferenze e pubblicazioni su temi riguardanti psichiatria, neuroscienze ed epistemologia, lavorando con scienziati e intellettuali famosi come Oliver Sachs, Edgar Morin, Henry Atlan, Heinz von Foerster, Ilya Prigogine, Douglas Hoffstadter e molti altri.