Un caso di meningite a Santa Maria degli Angeli

487
Ospedale di Perugia: nuove soluzioni per le patologie alla schiena. Impiantati su tre pazienti dispositivi per la stenosi del canale vertebrale

Questa mattina lo Staff di Igiene e Sanità dell’USL Umbria 1 diretto dal dott. Massimo Gigli è intervenuto in un albergo di Santa Maria degli Angeli per un caso di meningite menigococcica.

Intorno alle ore 5 una ragazza di 18 anni di nazionalità belga, in Italia da 8 giorni per una gita studentesca, ha manifestato febbre alta e forte mal di testa. Il primo intervento è stato effettuato dal medico di guardia che ha immediatamente attivato lo Staff della USL Umbria 1.

La ragazza è stata subito trasferita al policlinico Santa Maria della Misericordia di Perugia dove è curata e tenuta in stretta osservazione. Tutti gli studenti, i professori e gli autisti dei due pullman, per un totale di 80 persone, sono stati sottoposti a chemioprofilassi con la somministrazione di Ciprofloxacina 500 mg. e fatti ripartire per il Belgio.

La ragazza è grave ma, vista la diagnosi rapida, i sanitari sperano in un decorso positivo della malattia. Si tratta di meningite menigococcica ancora non tipizzata e quindi al momento non si conosce se appartenente al gruppo B o C. La gita era iniziata lo scorso 28 marzo toccando varie città italiane del centro e del sud: in Umbria erano arrivati ieri sera e quindi non ci sono stati contatti con la popolazione locale.