Umbria Export espande la sua rete in Asia Centrale

398

Continua l’espansione dei contatti di Umbria Export in Asia Centrale, grazie alle iniziative in corso di gestione nell’ambito del progetto Comunitario WHCNetwork, a valere sul programma Central Asia Invest, che vede Umbria Export, l’ente per l’internazionalizzazione che fa capo a Confindustria Umbria, capofila di una serie di attività realizzate in Kirghizistan, Tajikistan e Kazakstan a favore del comparto artigianale locale. Nell’ambito di questo progetto sono stati formalizzati accordi di collaborazione internazionali che costituiscono la piattaforma relazionale sulla cui base sviluppare opportunità di partnership  commerciale e produttiva in vari settori.

Di recente infatti sono stati siglati due protocolli con la Camera di Commercio Nazionale del Kirghizistan e del Tajikistan.

Nel corso della prossima missione in programma a breve i delegati di Umbria Export saranno ricevuti anche dal Ministero dello Sviluppo Economico del Kirghizistan cui saranno proposte iniziative di collaborazione istituzionale ed imprenditoriale nei settori delle macchine agricole,  artigianato, formazione professionale, biomedicale ed energie  rinnovabili.

“Le recenti attività in Asia Centrale – ha sottolineato il direttore di Umbria Export Enzo Faloci – seguono altre iniziative che sono state realizzate recentemente da Umbria Export come il supporto tecnico a una fruttuosa  missione  plurisettoriale in Cile e Perù nell’ambito del progetto Umbria in America Latina finanziato dalla Camera di Commercio di Perugia e l’organizzazione di una partecipatissima country presentation dedicata alle opportunità economiche e commerciali in Canada. Il 13 maggio infine è in programma un’altra Country presentation dedicata all’Azerbaijan che un mercato di estremo interesse per le imprese italiane”.