Todi, via a bus gratis per il centro ogni 10 minuti

188

Collegata tutta la circonvallazione fino a piazza del Popolo

Da lunedì 22 aprile, a Todi, entrerà in funzione il nuovo servizio di trasporto pubblico urbano che si caratterizza per la presenza di due linee – la A e la E – entrambe gratuite per tutti. Le due navette assicureranno in continuo il collegamento lungo tutta la circonvallazione della città per poi salire al centro storico, fino alla piazza principale e discesa lungo Corso Cavour, Via Roma, Via Matteotti e quindi Porta Romana, da dove si riprenderà il giro intorno alle mura.
I mezzi delle due linee avranno ciascuno la frequenza di 20 minuti, con l’orario tra loro sfalsato così da assicurare nei tratti comuni di transito, tra cui quello più importante di ingresso al centro storico, il passaggio ogni appena 10 minuti.
La linea A in particolare assicurerà i collegamenti alternando da Porta Romana una volta il transito verso la Consolazione e l’altra verso Porta Perugina.
Proprio da qui, a partire da sabato 20 aprile, verrà riaperta la circolazione veicolare, essendo terminati i lavori per la realizzazione della nuova pista ciclo-pedonale che arriva fino a Porta Orvietana, tratto del più ampio “Giro di Todi”.
Il Sindaco di Todi Antonino Ruggiano parla “di un risultato storico che rivoluziona in positivo, dopo decenni di dibattiti, la mobilità cittadina, andando incontro alle esigenze di residenti, commercianti e turisti”.
“Si tratta di un’operazione non priva di un onere economico – sottolinea Ruggiano – alla quale abbiamo lavorato a lungo come Giunta, in particolare l’assessore Elena Baglioni, insieme al gestore BusItalia”.
Le aree di sosta intorno alle mura – Porta Romana, Porta Fratta e Consolazione – continueranno ad essere gratuite, mentre il parcheggio di Porta Orvietana potrà essere sempre utilizzato da residenti e lavoratori del centro storico a 22 euro al mese.
Entro l’estate, in parallelo ai lavori per l’installazione dei due nuovi ascensori 
di risalita al centro storico, verrà riaperta e riqualificata per la sosta la zona sottostante la sede stradale, eliminando il deposito del cantiere e delocalizzando i mezzi della Gesenu. Verranno così ricavati ulteriori numerosi posti auto, proprio a ridosso dei nuovi ascensori, la cui area sarà opportunamente sistemata anche ai fini della piena pedonalità e accessibilità.
Nell’ormai tradizionale collegamento del venerdì in diretta Facebook il Sindaco ha fatto cenno anche agli altri interventi che andranno a migliorare ulteriormente la situazione della mobilità nel centro storico, con particolare riferimento alla realizzazione di un parcheggio di superficie nella zona di San Carlo, dove stanno per partire le opere di consolidamento e restauro delle mura urbiche e, poco più a monte, nell’area del Mercataccio, quelle del piano di rigenerazione urbana, cantieri che nel loro complesso prevedono investimenti per oltre 10 milioni di euro interamente finanziati.