Terremoto, il Papa dà forza

645
 

Un cesto di prodotti tipici è il dono che i terremotati di Capodacqua, frazione di Arquata del Tronto, hanno consegnato a Papa Francesco durante l’udienza in Vaticano concessa ai terremotati del Centro Italia. I cesti sono commercializzati in tutto il mondo grazie all’iniziativa “Un Cuore per ricostruire”, lanciata da un gruppo di sfollati. ”E un ‘cuore’ lo abbiamo voluto donare anche al Santo Padre” racconta all’ANSA Fabio Cortellesi, poliziotto che oggi era presente in Sala Nervi con le figlie Fabiana e Francesca. ”Ho salutato il Papa dicendogli che sono di Capodacqua e lui mi ha stretto la mano e mi ha detto ‘forza”’. Poi Cortellesi rivolge un appello: ”si ricordino i nostri governanti che paghiamo anche noi terremotati le tasse. Noi la speranza ce la ricostruiamo da soli, ma vogliamo quello a cui abbiamo diritto: case, scuole, stalle per gli animali delle nostre montagne”.