Sì alla Marcia Perugia-Assisi: “L’11 ottobre sia l’inizio di una riapertura dell’Umbria al mondo”

149
 

Sì alla Marcia Perugia-Assisi: “L’11 ottobre sia l’inizio di una riapertura dell’Umbria al mondo”. Il messaggio di fiducia del Presidente della Provincia Luciano Bacchetta alla vigilia del 2 giugno

Alla vigilia della ricorrenza del 2 giugno, Festa della Repubblica, il Presidente della Provincia di Perugia, Luciano Bacchetta, lancia un messaggio di fiducia responsabile di fronte ad una pandemia che non è ancora finita e ad una crisi difficile che dobbiamo affrontare.

“La Festa della Repubblica ci ricorda che siamo una comunità unita dai valori della solidarietà e del lavoro, della democrazia e della pace. Questi valori sono la nostra bussola che dobbiamo tenere in mano per cercare la via di uscita da questa gravissima crisi. Con comportamenti responsabili, ma anche con un impegno di tutti. Per questo ho accolto con grande favore la decisione del comitato promotore della Marcia della pace Perugia-Assisi di confermare per il momento nel calendario internazionale l’appuntamento del prossimo 11 ottobre. La Marcia è un grande evento nazionale e internazionale che la Provincia di Perugia ha sempre sostenuto e che, quest’anno, può segnare l’inizio di una nuova fase di riapertura dell’Umbria all’Europa e al mondo.”

“La pandemia Covid-19 non consente di prevedere oggi quali saranno le condizioni poste ad ottobre dalla necessità di difendere il diritto alla salute pubblica. Per questo gli organizzatori – ha concluso Bacchetta – pur confermando la volontà di realizzare la Marcia, stanno valutando diverse possibilità di gestione dell’evento”.

“La preparazione della Marcia Perugi-Assisi dell’11 ottobre – ha aggiunto Flavio Lotti che coordina il comitato promotore – ci deve servire a riscoprire la lezione di San Francesco e di Aldo Capitini e a promuovere la costruzione di una nuova economia che restituisca a tutti dignità e lavoro. Sarà una marcia che mette al centro i giovani e l’Europa, due risorse importantissime per riaprire nuove strade verso il futuro. Ci stiamo lavorando con grande impegno. Il prossimo incontro dei costruttori di pace sarà proprio il 2 giugno, Festa della Repubblica Italiana, alle 17.00 su Zoom e Facebook. Il link per il collegamento è disponibile sul sito perlapace.it“.