Sanità: “Soddisfazione per i dati dell’indagine demoskopika su indici efficacia sanitaria”

40
 

Sanità: “Soddisfazione per i dati dell’indagine demoskopika su indici efficacia sanitaria”. La nota del gruppo Lega

Il Gruppo regionale della Lega esprime

“soddisfazione per i dati emersi dall’indagine di ‘Demoskopika’ relativi agli indici di ‘efficacia sanitaria’ che pongono la Regione Umbria al quarto posto in Italia e che smentiscono ancora una volta gli allarmismi ingiustificati e le continue strumentalizzazioni della sinistra circa lo stato di salute della sanità umbra”.

I consiglieri del Carroccio spiegano che,

“secondo gli esperti di ‘Demoskopika’, istituto che opera nel campo della ricerca economica e sociale, delle indagini di mercato e dei sondaggi di opinione, la Regione Umbria, con un punteggio di 105,5 punti, è la quarta migliore regione italiana per efficacia nei servizi e nelle prestazioni sanitarie. Il nostro primo ringraziamento va al personale sanitario, medici, infermieri e a tutti coloro che nel periodo di pandemia hanno lavorato e, ancora oggi, stanno lavorando in prima linea sia per contrastare il diffondersi del virus, sia per continuare ad offrire ai cittadini un servizio sanitario quanto più efficace e capillare possibile, seppur in un quadro pandemico grave che ha messo a dura prova un sistema sanitario già fortemente stressato dall’annosa carenza di strutture e personale e dalle politiche sconsiderate della sinistra sfociate nell’indagine giudiziaria di Concorsopoli. Importante nell’ottica di riorganizzazione ed efficientamento della sanità umbra, è stato il lavoro in tal senso dell’assessore Luca Coletto e della task force regionale. La filosofia che ha guidato gli interventi dell’Assessorato è stata quella di rafforzare il ruolo di pianificazione e di coordinamento della struttura regionale, in modo da valorizzare le molteplici competenze presenti nel sistema sanitario, garantendo al contempo l’uniformità dell’assistenza. Le spese sostenute sono sempre state guidate dallo spirito della buona amministrazione dei soldi dei contribuenti, con una progettualità a monte finalizzata a cambiare in meglio, in un percorso globale e non legato solo all’emergenza covid. I dati emersi dall’indagine ‘Demoskopika’, infine , rendono ancora più evidente la becera campagna diffamatoria e strumentale messa in atto dalla sinistra in Umbria fin dall’inizio della pandemia, volta a denigrare l’operato, non solo della Giunta regionale, ma di tutto il personale medico-infermieristico. Punta dell’iceberg di questa condotta vergognosa è il recente ‘scivolone’ del PD umbro che prima ha lanciato l’allarme ‘pazienti covid nei corridoi dell’ospedale di Terni’ per poi, una volta smentito dalla stessa Azienda Ospedaliera, ritrattare con un patetico ‘errore di battitura nel comunicato stampa’”.