Ricostruzione Castelluccio, firmato il contratto d’appalto

176

Opera del valore di circa 60 milioni di euro

   

Firmato il contratto d’appalto per la ricostruzione di Castelluccio di Norcia.

L’importante opera, dal valore di circa 60 milioni di euro, è stata assegnata a un’Associazione temporanea d’imprese costituita dalla romana Edil Moter e dalle aquilane Dava e Taddei Spa.

L’Ati costituirà una società consortile per la realizzazione dell’opera, l’ “Officina Castelluccio Scarl”.
“Passione, questo il sentimento che abbiamo riscontrato in ogni persona, interna o esterna – riferiscono in una nota i gruppi industriali che realizzeranno l’opera – conosciuta in questi mesi: tutte loro hanno reso possibile la cantierizzazione di questo progetto. Ci è stata affidata non soltanto la realizzazione di una semplice opera pubblica, avremo anche il compito, infatti, di chiudere un processo che vedrà la realizzazione di un’opera simbolo della ricostruzione post-sisma in Italia, espressione delle più alte esperienze e scuole del costruire, in un luogo che è espressione esemplare di quelle bellezze naturalistiche che rappresentano in maniera egregia la bellezza dell’Italia intera”.
Il nome “Officina Castelluccio Scarl” è stato scelto proprio perché “il nostro approccio come costruttori – concludono i rappresentanti delle imprese – è quello di apportare, per quanto possibile, le nostre esperienze pregresse, per riuscire a dare un valore aggiunto al completamento del progetto”.