Qualità della  vita: balzo in classifica per le due province umbre

670

Qualità della  vita: balzo in classifica per le due province umbre. Pubblicata la graduatoria 2019 del Sole 24 Ore. Perugia guadagna 22 posizioni e si colloca al 37° posto. Terni ne guadagna 5 e si classifica al 63°, su 107

   

Sono entrambe in risalita le province di Perugia e Terni nella classifica sulla qualità della vita 2019 del Sole 24 Ore; graduatoria giunta alla trentesima edizione e pubblicata sul quotidiano e sul suo sito. La provincia di Perugia si colloca al 37° posto  (era al 58° sul totale di 107), con un balzo in avanti di 22 posizioni rispetto al 2018. Terni si piazza invece al 63° posto, scalando cinque posizioni. A guidare la classifica nazionale sono nell’ordine Milano, Bolzano e Trento. Quanto ai  diversi parametri presi in considerazione, Perugia “brilla” particolarmente per quello relativo a Cultura e tempo libero, (16° posto), minore l’appeal riguardo a Giustizia e sicurezza e Affari e lavoro (59° posto). Fra questi due estremi si collocano Demografia e società (39°), Ambiente e servizi (40°) e Ricchezza e consumi (50°). Resta comunque il fatto che Perugia è ancora sotto di 7 posizioni rispetto alla prima rilevazione del Sole 24 ore del 1990, quando si piazzò al 30° posto ed ancora più rispetto indietro al 15° posto che si meritò nel 1997. Il miglior piazzamento in assoluto del capoluogo umbro. Per quanto riguarda Terni la migliore performance di quesdt’anno riguarda Giustizia e sicurezza (35° posto), seguita, sorprendentemente, da Ambiente e servizi (41°). Male per Demografia e Società (80), meno peggio per Cultura e tempo libero (72°), Affari e lavoro (66°) e Ricchezza e consumi (54°). Anche qui resta assai distante il 35° posto complessivo del 1995, l’anno migliore per la città dell’acciaio.