Presentata alla Sala dei Notari “La Gazzetta del Perugino”

308

Stamattina 8 novembre presso la Sala dei Notari a Perugia, è stato presentato il giornale on line ambientato ai tempi del Divin Pittore e gestito da intraprendenti “giornalisti” in erba.

   

Il progetto, che gode del sostegno della Fondazione Perugia, è stato ideato dall’Associazione Aboutumbria in partnership con la Direzione Didattica di Magione e prevede la realizzazione di un sito-web/rivista – www.lagazzettadelperugino.it – alimentato dagli alunni e ambientato nel periodo di passaggio dal XV al XVI secolo. Un giornale culturale in cui gli argomenti sono quelli dell’epoca di riferimento trattati come se chi scrive vivesse in quel periodo storico. Il tutto inserito in un supporto come quello del giornale on line, in un tempo in cui le notizie si diffondevano ancora per via orale. L’argomento principale a cui si ispirano notizie, articoli e interviste è il Perugino, la sua vita e le sue opere. Parallelamente vengono toccati argomenti correlati legati alla storia dei comuni in quel periodo, notizie legate al lago Trasimeno e all’ambiente circostante, focus su mestieri tradizionali già presenti nel tessuto socio-lavorativo dell’epoca.

La Sala dei Notari per l’occasione è stata popolata da oltre 100 ragazzi rappresentanti dei vari plessi della Direzione Didattica di Magione, accompagnati da insegnanti e genitori.

La mattinata si è aperta con la presentazione dell’Associazione AboutUmbria da parte di Ugo Mancusi, direttore marketing di AboutUmbria, da anni impegnata in progetti di marketing culturale e territoriale e che quest’anno è stata molto attiva nella celebrazione del cinquecentenario dalla morte di Perugino e Signorelli.

Subito dopo, i saluti del vicesindaco del Comune di Perugia Gianluca Tuteri che, ponendo l’accento sulla bellezza della Sala dei Notari che ha ospitato l’evento, ha sottolineato come questa stessa Sala sia stata vista anche dal Perugino, vissuto nel periodo rinascimentale, epoca di grandi cambiamenti e innovazioni e di divulgazione della conoscenza, proprio come è nello spirito di questa nuova “rivista” in cui i ragazzi hanno modo di condividere quanto appreso con i compagni e con la comunità.

Di seguito i saluti di Fabrizio Stazi, direttore generale della Fondazione Perugia che ha sottolineato come l’intento della Fondazione fosse quello di rendere la partecipazione culturale accessibile a tutti, di avvicinare i giovani a questo cinquecentenario ricco di importanti eventi e iniziative, che rischiano però di rimanere distanti dalle nuove generazioni. Con La Gazzetta del Perugino si è centrato appieno l’obiettivo di avvicinare i ragazzi alla conoscenza di questo grande personaggio, coniugando tradizione e innovazione e dando vita a un prodotto destinato a rimanere a disposizione di tutti.

Poi è stata la volta di Vanni Ruggeri, assessore alla cultura del Comune di Magione, che ha sottolineato la validità di un progetto che dà modo ai ragazzi di approfondire un argomento culturale e il suo radicamento nella comunità tramite la comunicazione, attraverso la guida degli insegnanti, un format come quello del giornale e la creazione di una rete fra le migliori competenze della comunità educante.

La parola è poi passata alla scuola con i saluti di Silvio Improta, dirigente del circolo didattico di Magione che ha sottolineato quanto sia importante e produttivo – a fini didattici – che i ragazzi si sentano protagonisti, perché in questo modo diventano maggiormente partecipi. L’intervento è stato seguito dalla lettura dei saluti inviati dalla professoressa Monica Paparelli, preside della scuola impossibilitata a partecipare, che dopo i ringraziamenti a chi ha reso possibile la realizzazione del progetto, ha inviato un suggestivo augurio ai ragazzi :

«Siate capaci sempre di cambiare il vostro punto di vista; divertitevi nell’imparare e date vita a nuove situazioni e nuovi mondi; immaginate di potervi muovere nel tempo e nello spazio come stiamo facendo in questo meraviglioso progetto».

Dopo l’introduzione delle insegnanti Isabella Ferri – che ha sottolineato come la scuola abbia il compito di trasmettere e insegnare la valorizzazione e salvaguardia del patrimonio culturale e di come La Gazzetta sia un mezzo che agevola questo tipo di approccio – e Donatella Cofani, che ha descritto il giornale on line come un progetto ambizioso che aiuta a costruire la propria identità digitale, fondamentale per i bambini già molto esposti da questo punto di vista, si è passati alla presentazione della rivista on line da parte di Eleonora Cesaretti, giornalista caporedattrice di AboutUmbria. Cesaretti, illustrando l’organizzazione del giornale, ha spiegato come nelle settimane scorse AboutUmbria abbia tenuto delle sessioni formative presso i vari plessi dell’istituto scolastico, per fornire ai ragazzi delle conoscenze basiche utili a scrivere in maniera corretta i contenuti.

È stata finalmente la volta dei ragazzi che si sono cimentati in divertenti sketch, interviste, rappresentazioni di arti e mestieri dell’epoca con tanto di costumi e ricostruzioni ambientali davvero coinvolgenti.

In chiusura Ugo Mancusi ha salutato la platea con un augurio «L’idea della rivista on line è quello di far crescere la cultura e di far diventare questi ragazzi dei veri ambasciatori dell’Umbria, dei divulgatori della cultura e se un giorno qualcuno vincerà un premio Pulizer il merito sarà anche un po’ il nostro».