Premio Minerva Etrusca 2018: riconoscimento per la carriera di Mario Zamma

741

Premio Minerva Etrusca 2018: riconoscimento per la carriera di Mario Zamma. Ben dodici i premiati in occasione dell’evento che si è tenuto presso il teatro Cucinelli

In tantissimi domenica pomeriggio al Teatro Cucinelli di Solomeo per assistere alla cerimonia del Premio Minerva Etrusca – XVIII edizione.

Il premio, promosso dalla casa editrice Bertoni Editore e l’Associazione Europa Comunica, con la collaborazione del Club UNESCO Perugia-Gubbio, Avis Comunale Perugia, Thelethon Umbria, Filarmonica di Solomeo, Associazione Rina Gatti, Fand (Associazione Italiana Diabetici), Associazione Cuor di Leone Onlus, Unione Italiana Ciechi, Associazione “La casa degli Artisti”, con il patrocinio dell’Assemblea Legislativa della Regione Umbria, Provincia di Perugia, Consigliera di Pari Opportunità della Provincia di Perugia Gemma Bracco e il Comune di Corciano, anche quest’anno ha visto la partecipazione di importanti realtà culturali e sociali del territorio perugino.

I primi ad essere premiati sono stati i gli agricoltori della Cooperativa Lenticchia Igp Di Castelluccio Di Norcia, che “nonostante le difficoltà del terremoto si sono battuti per portare avanti il proprio lavoro e hanno chiesto a gran voce la riapertura delle strade per poter tornare a seminare la famosa lenticchia di Castelluccio” (come recita la motivazione). A ritirare il premio, consegnatogli dalla Senatrice Nadia Ginetti è stato Nicolas Perla, in rappresentanza della Cooperativa Lenticchia Igp Di Castelluccio Di Norcia.

Per la categoria “Etica e Innovazione” il Premio è andato invece al professor Franco Cotana, dell’Università di Perugia, per l’importante e interessante ruolo che sta rivestendo nel mondo universitario nazionale ed internazionale. Per aver portato avanti progetti unici che presentano idee innovative”. A consegnare il premio Lorena Pesaresi e Maria Ragano Caracciolo dell’Associazione Europa Comunica.

A ricevere il Premio Minerva Etrusca 2018 per la categoria “Impresa” sono stati invece Katia Sagrafena e il Cavaliere del Lavoro Luca Tommassini (Presidente e Amministratore delegato dell’Azienda Vetrya). Come recita la motivazione: “Una coppia nel lavoro e nella vita che ha avuto la lungimiranza di creare una realtà tecnologica all’avanguardia in un piccolo borgo umbro: Orvieto.

Premio a sorpresa per la categoria “Musica” all’artista Max Petronilli, vincitore di Castrocaro Terme e secondo al programma di Canale 5 The Winner is, consegnato da Giuseppe De Mase della Filarmonica di Solomeo. Petronilli si è poi esibito in una emozionante performance canora, accompagnato dal chitarrista Anthony Caruana.

Tra i presenti in sala, che hanno partecipato alla consegna dei vari riconoscimenti anche: Adriana Galgano; Erika Borghesi della Provincia di Perugia; Dramane Wague, assessore del Comune di Perugia; Albano Agabiti, Presidente della Federazione Coldiretti Umbria.

Altro premio a sorpresa alla “Carriera” è andato all’attore Mario Zamma, una delle colonne portanti della compagnia del “Bagaglino”, che ha allietato i presenti con alcune delle sue più riuscite caratterizzazioni, da De Mita a Rosi Bindi, da Rosa Russo Iervolino a Rocco Buttiglione, da Di Pietro a Prodi, Tremonti, Grillo, Maurizio Costanzo, Angela Merkel e tanti altri. Zamma ha anche presentato il suo ultimo libro “Malincomico” una raccolta di poesie che lo ha visto esordire come poeta.

Premio “Medicina” invece alla dottoressa Elisabetta Costantini, prima donna italiana a diventare direttore di un reparto di urologia. A ritirare il premio per lei, in questi giorni negli Stati Uniti per impegni di lavoro, è stato il figlio Andrea Marchesi. Premio consegnato da Michela Sciurpa di “U.M.B.R.E.”, Massimiliano Tortoioli dell’associazione L’abbraccio e Rita Maitini dell’associazione Anteas Umbria.

A ricevere il Premio Minerva Etrusca 2018, inoltre sono stati anche: Francesca Piccardi per la categoria “Formazione e Sociale”, premiata da Emilio Vantaggi dell’Associazione Italiana Ciechi; la cantante Heidi Li per la categoria “Cultura italiana nel mondo”; I Sir Maniaci per la categoria “Avis & Sport”, a ritirare il premio Franca Busti (moglie del tifoso Siro Mazzieri) accompagnata da una delegazione Sir Maniaci, premiati dal Presidente AVIS Perugia Fabrizio Rasimelli, Marco Tortoioli e Cosimo Pisanò; per la categoria “Impegno Civile” il premio è andato all’avvocato Gianmarco Cesari; premio “Istruzione” al Direttore scolastico dell’Istituto Cavour Marconi Pascal di Perugia Giuseppe Materia, premio consegnatogli da Giuseppe Ruberti di Thelethon Umbria; per la categoria “Arte” il premio è andato a Angelo Buonumori; a Luca Nulli Sargenti il premio “Cultura e Artigianato” dalle mani del sindaco di Deruta Michele Toniaccini.

Il Premio Minerva Etrusca anche quest’anno ha ospitato un altro importantissimo riconoscimento: il Premio “Rina Gatti 2017-2018”, giunto alla sua decima edizione, promosso dal figlio della scrittrice perugina Giovanni Paoletti. I vincitori di questa edizione sono stati: Istituto Comprensivo San Venanzo (Tr), Istituto Comprensivo Pg8 plesso di Olmo, Istituto Comprensivo di Acquasparta (Tr) e Istituto Comprensivo Bonfigli di Corciano (Pg).