Prelievo multiorgano all’ospedale di Foligno

461
Foligno, padre e figli intossicati dal monossido di carbonio

Prelievo multiorgano all’ospedale di Foligno. Su un uomo di 50 anni morto in seguito ad emorragia cerebrale

Prelievo multiorgano, nella notte fra giovedì e venerdì, all’ospedale “San Giovanni Battista” di Foligno, da parte di un’equipe multidisciplinare, su un uomo di 50 anni, di origine romena, morto in seguito ad emorragia cerebrale. Dopo l’accertamento di morte cerebrale, sono iniziate le complesse procedure di mantenimento del donatore e, successivamente, dell’espianto di cuore e reni, con il supporto di équipe chirurgiche degli ospedali di Bari e Perugia. Per oltre 24 ore – riferisce una nota dell’azienda Usl Umbria 2 – quasi tutte le strutture dell’ospedale sono state impegnate, a vario titolo, nelle operazioni: anestesisti rianimatori, neurologi, tecnici di neurofisiologia, direzione sanitaria, infermieri e personale ausiliario del reparto rianimazione, chirurghi, personale infermieristico ed ausiliario di sala operatoria, anatomopatologo, laboratorio analisi, servizio immunotrasfusionale, cardiologi ed emodinamisti, pneumologo broncoscopista e radiologi.