Perugia: inaugurato l’anno giudiziario del Tar dell’Umbria

154
Annullata la condanna a Valerio Menetti

Perugia: inaugurato l’anno giudiziario del Tar dell’Umbria. Aumenta il contenzioso e, nonostante la carenza di organico riesce ancora ad abbattere l’arretrato, “ma con sempre maggiori difficoltà e un’intensità nei numeri diminuita”. Liti in aumento del 53%

Aumenta il contenzioso e, nonostante la carenza di organico, il Tribunale amministrativo regionale dell’Umbria riesce ancora ad abbattere l’arretrato, “ma con sempre maggiori difficoltà e un’intensità nei numeri diminuita” avverte Raffaele Potenza, presidente del Tar dell’Umbria in occasione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario.
Nel corso del 2019 – è stato sottolineato – sono stati introdotti 999 ricorsi, dalle questioni ambientali ai concorsi pubblici, dagli appalti e forniture all’applicazione della legge Pinto, dagli abusi edilizi alla geografia delle farmacie, dalla revoca del porto d’armi ai provvedimenti di pubblica sicurezza (Daspo, espulsioni e patenti di guida), un dato che per il secondo anno segna un incremento formale delle liti, quantificabile nel 53% rispetto all’anno precedente.