Perugia: bonus 110% anche per i gestori degli impianti sportivi

115
 

Perugia: bonus 110% anche per i gestori degli impianti sportivi. Estesa la misura dal decreto legge 34/2020 per i lavori su immobili o parti di immobili adibiti a spogliatoi

Il beneficio del bonus del 110% è stato esteso anche alle associazioni e società sportive dilettantistiche, iscritte nel registro CONI, limitatamente ai lavori sui soli immobili o parti di immobili adibiti a spogliatoi. È quanto stabilito dal comma 9, lett. e), dell’art. 119 del D.L. n. 34/2020, nel testo della Legge di conversione n. 77/2020. Una ‘guida’ pubblicata in merito dall’Agenzia delle Entrate, precisa che gli immobili oggetto dei lavori devono essere detenuti in base ad un contratto di locazione (o comodato), regolarmente registrato e che è necessario il consenso agli interventi di riqualificazione da parte dei proprietari degli immobili stessi.

La quasi totalità delle associazioni e società sportive, svolge la propria attività in impianti di proprietà di enti locali, principalmente comuni, in base a contratti di concessione, regolarmente registrati.

È da ritenere che il contratto possa essere assimilato ad un contratto di locazione o di comodato, avendo di questi ultimi tutte le caratteristiche.

Alcuni pareri espressi di recente dall’Agenzia delle Entrate consentono anche le società sportive o associazioni, titolari di concessione di utilizzo delle strutture comunali, di beneficiare del credito d’imposta e quindi del bonus ristrutturazione, chiaramente con il consenso dell’ente. Si tratta di un’opportunità anche per tutte le società e associazioni del territorio comunale perugine, al fine di riqualificare alcune strutture e migliorare il servizio che le stesse offrono agli utenti. Trattandosi di immobili adibiti a spogliatoi, un miglioramento sul piano dell’efficientamento energetico e strutturale, fornisce maggiori garanzie anche rispetto applicazione di protocolli per il contenimento dell’emergenza sanitaria.