Nuovi concerti per “Foligno on stage”

374
FoS_Crosses_Press_Credit_Jonathan_Weiner_amps_2

In arrivo i Crosses (13 giugno) per una delle sole due date italiane del tour e Raphael Gualazzi (8 novembre)

   

 

 

Belle notizie per i fan dei Deftones e della dark wave che potranno vivere a Foligno un’esperienza unica. I Crosses saranno infatti in Italia per la prima volta in assoluto quest’estate, per due concerti ai confini del sogno, uno dei quali a Foligno nello splendido scenario dell’Auditorium San Domenico (l’altra data italiana è all’Alcatraz di Milano).

L’evento in programma giovedì 13 giugno (dalle ore 19) è il nuovo appuntamento della rassegna “Foligno On Stage” che prosegue quindi la stagione 2023/2024 con il cartellone ideato e organizzato da Athanor Eventi, in collaborazione con Coop Culture, Centro Servizi Foligno e Comune di Foligno.

Progetto elettronico cupo e malinconico di Chino Moreno dei Deftones e del producer poli-strumentista Shaun Lopez dei Far, i Crosses sono un viaggio onirico fra synth pop, dream pop, ambient e trip-hop, dove la melodia supera l’aggressione cruda ma non la perdita di equilibrio.

Irrotti nella Top Ten della US Heatseekers già con il secondo EP, i Crosses sgomentano fin da subito la scena internazionale. Adottati prima dalla Sumerian Records per il primo full length, che sale al 26esimo posto della Billboard 200 e compare nella US Top 40 Singles, e in seguito dalla Warner, i Crosses ammaliano nientemeno che Robert Smith (The Cure), Duff McKagan (Guns N’ Roses) e Chris Robyn (Far), con cui scaturiscono subito tre collaborazioni mozzafiato.

I biglietti sono in prevendita nei circuiti di Ticket Italia e Ticket One.

Il programma di “Foligno On Stage” proseguirà poi con un’incursione nel jazz d’autore. L’8 novembre (ore 21.15) sempre all’Auditorium San Domenico, andrà in scena il nuovo progetto di Raphael Gualazzi“Raphael Gualazzi Live 2024”. Classe 1981, Raphael Gualazzi è cantautore, compositore, arrangiatore, musicista e produttore.

Dopo gli studi classici al Conservatorio, Gualazzi ha sempre sperimentato diversi generi musicali, dando vita ad uno stile personalissimo, tra stride piano, jazz, blues e fusion.

Nel settembre 2009 l’incontro con Caterina Caselli lo porta a firmare un contratto discografico con Sugar. La sua carriera supera in breve tempo i confini italiani. Nel 2011 è la volta del Festival di Sanremo con il brano “Follia d’amore” dove si classifica primo nella categoria Giovani, vince il Premio della Critica “Mia Martini”, il premio della Sala Stampa Radio e Tv e il Premio Assomusica per la migliore esibizione live. Il suo secondo album “Reality and Fantasy” arriva alla consacrazione oltre i confini nazionali in occasione del primo International Jazz Day, presso la sede UNESCO di Parigi.

Dopo altre pubblicazioni e altre esperienze live anche in giro per il mondo, nell’ottobre del 2023 è uscito per CAM Sugar il nuovo album di inediti dal titolo “Dreams” a cui ha fatto seguito un tour nei teatri delle principali città italiane, in un’inedita formazione in quintetto. Il 10 gennaio 2024 ha pubblicato l’EP “Dreams in Jazz”, progetto in cui Gualazzi ha rivisitato tre brani di altrettanti maestri della colonna sonora ovvero Armando Trovajoli, Piero Piccioni e Piero Umiliani, dall’archivio di CAM Sugar.

I biglietti sono in prevendita nei circuiti di Ticket Italia e Ticket One.