Melasecche, bene il bando Rfi da 70 milioni per la ex Fcu

230
melasecche - giunta regionale (foto Basilietti)

“Si procede come da cronoprogramma per l’intera dorsale umbra”

   

 La pubblicazione da parte di Rfi- Rete Ferroviaria Italiana del bando di gara per la realizzazione degli interventi di rinnovo e manutenzione straordinaria all’armamento ferroviario delle tratte fPerugia Ponte San Giovanni-Terni e Città di Castello-Sansepolcro (linea ex Fcu), finanziati con fondi Pnrr per 70 milioni di euro, viene accolta con grande soddisfazione dall’assessore alle Infrastrutture e Trasporti della Regione Umbria, Enrico Melasecche.

“Si compie un ulteriore, decisivo passo in avanti – evidenzia al riguardo – che rende concreta la totale riapertura della dorsale ferroviaria regionale, entro il 2026, secondo il cronoprogramma stabilito.

Dopo anni di chiusura e di stallo, verrà restituito agli umbri nella sua interezza e piena fruibilità un asse strategico per i collegamenti ferroviari che sarà completamente rinnovato e adeguato alle attuali normative, parificato definitivamente alle linee ferroviarie nazionali, attraverso importanti interventi infrastrutturali e tecnologici.
Verrà riattivata la linea elettrica e si viaggerà fra Terni e Sansepolcro utilizzando gli elettrotreni ‘Minuetto’ rimessi in esercizio dalle Officine Manutenzione Ciclica di Foligno e i moderni elettrotreni ‘Pop’, con tempi di percorrenza ridotti grazie all’introduzione della nuova tecnologia di controllo Ertms”.
“Dopo aver riaperto, nel settembre scorso, il collegamento ferroviario fra Perugia Sant’Anna e Perugia Ponte San Giovanni – prosegue – si avvicinano altre importanti tappe che ridaranno nuova vita alla Fcu: un obiettivo prioritario della Giunta regionale, perseguito con determinazione anche per intercettare gli ingenti finanziamenti necessari, assicurato dalla convenzione con Rfi con cui è stato portato avanti un proficuo lavoro di collaborazione”.