Isrim: solo chiacchiere, alla fine è licenziamento collettivo

548
Rinnovo contratti per il pubblico impiego, l'assemblea di UIL

Il 26 Giugno 2015 lavoratori, organizzazioni sindacali e Curatore Fallimentare si sono incontrati a Pentima per l’ultima volta. Le tante promesse della politica comunale e regionale non hanno prodotto alcuna soluzione. Questa la triste conclusione di una lunga vicenda della quale prendono atto i lavoratori dell’azienda ternana e i sindacati territoriali di Terni Filctem CGIL, Femca CISL Uiltec UIL

“Il Curatore Fallimentare – scrivono in una nota -, preso atto dell’assenza di risposte concrete in merito al ricollocamento da parte della Regione e soprattutto del naufragio del progetto ASM Lab a seguito della mancata assunzione di responsabilità a partire da alcuni Consiglieri di maggioranza, alla fine procederà con il licenziamento collettivo per non penalizzare ulteriormente i dipendenti ormai senza alcun reddito da più di un anno. Dal canto loro i lavoratori beffati e danneggiati non potranno fare altro che chiedere giustizia nelle maniere ritenute più opportune”.

“Le organizzazioni sindacali – prosegue la nota – che alla stregua dei lavoratori si sentono presi in giro da un sistema politico capace di tante promesse puntualmente disattese, persevereranno con il pressing sulle istituzioni per far si che vengano mantenuti gli impegni presi nei protocolli d’intesa, unico paracadute rimasto agli ormai “ex dipendenti” ISRIM. Ricerca e sviluppo, tanto caldeggiati a parole dalla politica regionale, con la bocciatura di ASM Lab sono di fatto, ancora una volta, miseramente archiviate sul territorio ternano”.