Intossicazione da botulino: stazionarie le condizioni degli studenti

771
Perugia: raro intervento chirurgico, operato un bambino

Sono sempre stazionarie le condizioni dei due studenti dell’ateneo perugino soccorsi una ventina di giorni fa dopo una grave forma di intossicazione da botulino. I sanitari del Santa Maria della Misericordia – riferisce una nota dell’Azienda ospedaliera – sono in costante contatto con i loro colleghi del centro antiveleni dell’Ospedale di Pavia, per confrontarsi sulle procedure terapeutiche. Da alcuni giorni i due pazienti sono stati sottoposti ad intervento di tracheostomia per favorire la respirazione. I sanitari spiegano che saranno necessari tempi medio-lunghi di degenza, per la gravità del caso, accertata fin dall’arrivo dei due giovani in ospedale. “Anche se sedati, i pazienti ricevono al loro letto la visita dei familiari e, pur non potendo parlare, sono in grado di ascoltare i loro incoraggiamenti”, fa sapere la dottoressa Rita Belfiori, responsabile della Rianimazione.

Fonte: Ansa.it