“Fior di Cacio”: a Vallo di Nera il top dell’attività casearia

1046
 

Taglio del nastro questa mattina a Vallo di Nera per la tredicesima edizione di “Fior di Cacio”, alla presenza del sindaco Agnese Benedetti, numerosi sidaci e appassionati dei prodotti agroalimentari della Valnerina. Di particolare prestigio la presenza del professor Ivo Pulcini, medico dello sport, specialista dell’alimentazione e protagonista di molte attività (vedi link). La kermess  e’ entrata nel  ivo con la visita agli stand allestiti nel suggestivo borgo medievale. Il Workshop, che ha inaugurato la manifestazione, si è aperto con la presentazione dei siti www.fiordicacio.it e www.formaggidellavalnerina.it delle pubblicazioni “La Valnerina dei Formaggi” e “Il racconto del formaggio della Valnerina” e del video “Pascoli, pastori e formaggi della Valnerina”. Relatori il sindaco di Vallo di Nera, Agnese Benedetti, il presidente del Consorzio BIM Cascia Egildo Spada, il coordinatore del progetto “Sapori di una volta” Carlo Prepi, il consulente content e social media Marketing, Cino Wang Platania, il dirigente Cedrav Fulvio Porena e il consulente web marketing Pietro Floris.

“Siamo alla trdicesima edizione di “Fior di Cacio” – ha detto il sindaco Benedetti in apertura del convegno – che ha come missione la valorizzazione delle tradizioni casearie della Valnerina e dell’Italia centrale. I produttori, che definisco eroici, tengono in vita una tradizione importante e devono avere il giusto riconoscimenti”.

Numerosi e accattivanti gli appuntamenti di un programma che fa del formaggio, nelle sue infinite varianti, un altro nobile alimento del ricco paniere agroalimentare della Valnerina. Le vie del cacio, i mille matrimoni del Formaggio, i Sentieri della Transumanza, musica, teatro e antiche balestre, animazione per bambini, passeggiata a dorso di asinelli, RICOTTA GUINESS e “I Cavalieri della tavola apparecchiata”: queste solo alcune delle sorprendenti occasioni che offre la kermesse. L’evento 2015 è anche quello della prima edizione del “Premio Fior di Cacio Vallo di Nera”, in programma domani, voluto dal Comune di Vallo di Nera e l’ONAF (Organizzazione Nazionale Assaggiatori Formaggi) con lo scopo di valorizzare i migliori formaggi delle regioni del Centro Italia così da favorire la conoscenza e rafforzare la presenza sui diversi mercati, in modo da stimolare le aziende casearie a produrre formaggi di qualità. Il concorso è aperto a tutte le Aziende Agricole e ai caseifici artigianali ed industriali. La classificazione dei formaggi avverrà tenendo in considerazione i seguenti elementi: tipologia della materia prima e stagionatura. Le categorie in cui le aziende potranno partecipare sono: pecorini freschi, pecorini semistagionati, pecorini stagionati, formaggi vaccini freschi, formaggi vaccini semistagionati, formaggi vaccini stagionati, caprini a coagulazione lattica freschi, semistagionati e stagionati e sezione multicategoria speziati ed affinati. La valutazione qualitativa dei formaggi sarà effettuata da una giuria composta da assaggiatori Onaf, Università dei sapori di Perugia, giornalisti gastronomici, personale qualificato.Tra gli appuntamenti da non perdere “I mille matrimoni del formaggio” educational tenuti da Renzo Fantucci a cura di Promocamera della Camera di Commercio che darà modo di gustare delle autentiche particolarità come l’Erborinato di capra; il Tronchetto di capra ai semi di canapa; il Tronchetto di capra alla polvere di carbone vegetale; la Crema di capra che fa da fondo ad un crostino con crema di tartufo della Valnerina; il “Conciato Vallano” pecorino affinato in botte con foglie di noci ed erbe di montagna.; la Piramide di capra a crosta fiorita e il Funghetto di pecora stagionato in cantina.