Città di Castello: Sala del Consiglio e Sala Giunta più accoglienti con l’efficientamento energetico

77

Città di Castello: Sala del Consiglio e Sala Giunta più accoglienti con l’efficientamento energetico. Secondi: “il lavoro sulla copertura migliorerà il comfort climatico a beneficio dell’attività istituzionale e dell’utilizzo da parte dei cittadini per iniziative pubbliche

 

La copertura dell’ala di rappresentanza del palazzo comunale di piazza Gabriotti sarà interessata da lavori di efficientamento energetico per un investimento complessivo di 56 mila 721 euro, che consentiranno di aumentare il comfort climatico della sala del consiglio e della sala giunta. L’azienda che ha ottenuto l’affidamento delle opere, la Edil Global di Assisi, sta allestendo in questi giorni il cantiere necessario per l’intervento, che avrà una durata massima di 60 giorni e consisterà nello smontaggio del manto di copertura in laterizio per la posa in opera di rivestimenti finalizzati ad assicurare l’isolamento termico e l’impermeabilizzazione dell’intera superficie. La copertura sarà ripristinata con il materiale attuale. Si procederà anche all’adeguamento dei canali di gronda e all’inserimento delle linee vita, i dispositivi di sicurezza che sono obbligatori, trattandosi di una manutenzione straordinaria della copertura.

“E’ un intervento molto importante, che valorizzerà uno dei palazzi storici di maggior pregio e rilievo pubblico della città, facendo della sala del consiglio comunale e della sala giunta luoghi ancora più accoglienti e funzionali per l’attività istituzionale e le iniziative promosse dai cittadini”

afferma l’assessore ai Lavori Pubblici Luca Secondi, che evidenzia come

“i lavori previsti consentiranno di migliorare sensibilmente il comfort climatico dell’ambiente, riducendo in modo consistente la dispersione termica invernale e il surriscaldamento estivo”.

L’investimento sul palazzo comunale è stato finanziato con le risorse stanziate dal decreto legge 34/2019 che ha messo a bando contributi per i comuni con popolazione compresa tra 20 mila e 50 mila abitanti finalizzati a interventi di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile. I lavori interesseranno l’edificio più antico e di maggior pregio artistico del complesso di piazza Gabriotti, che prende la denominazione di “ala di rappresentanza del palazzo comunale” per il fatto di ospitare la sala del consiglio comunale e la sala della giunta. Risalente presumibilmente al 1312, l’immobile è stato edificato su progetto del celebre architetto Angelo da Orvieto e l’attuale copertura è stata realizzata negli anni ottanta, quando venne demolita la struttura lignea a capriate a favore di una struttura a capriata in legno lamellare, sovrastata da uno strato di calcestruzzo e da un manto di copertura in laterizio, con coppi e tegole. Per consentire l’allestimento del cantiere e i lavori previsti sarà modificato provvisoriamente l’assetto attuale del mercato settimanale del giovedì e del sabato e quello del mercatino agroalimentare del martedì, con una diversa collocazione dei posteggi antistanti il palazzo comunale.