Cascia: il sindaco De Carolis risponde a Carrefour

441

Cascia: il sindaco De Carolis risponde a Carrefour. “Abbiamo avanzato proposte percorribili. L’azienda non ha presentato domanda di delocalizzazione, questo è il vero nodo”

Il sindaco di Cascia, Mario De Carolis dopo l’appello, fatto a fianco dei dieci dipendenti della Carrefour che rischiano il posto di lavoro o di abbandonare la città con le proprie famiglie e dopo il comunicato trasmesso alla stampa dalla stessa Carrefour, risponde chiarendo alcuni punti.

“Gli incontri cordiali ci sono stati – precisa De Carolis – il Comune e la Regione insieme hanno prospettato alla Carrefour tutti i benefici previsti dalla legge per le attività danneggiate dal terremoto, ma mai alcuna offerta di terreni o di locali dove delocalizzare il supermercato è stata avanzata, poiché il Comune non ha purtroppo proprietà da mettere a disposizione di questa eventualità. Sono stati gli stessi dipendenti – precisa ancora il primo cittadino di Cascia – ad andare a cercare locali sfitti o inutilizzati di privati che avrebbero potuto essere adatti o ipotizzabili. Restiamo quindi a completa disposizione augurandoci che Carrefour entro la scadenza dell’ormai prossimo 31 dicembre, presenti finalmente all’ufficio speciale per la ricostruzione la domanda di delocalizzazione per il punto vendita di Cascia, un atto necessario che, nonostante la disponibilità dichiarata dall’azienda in più occasioni, ultima la nota stampa relativa alla questione, il gruppo non ha ancora effettuato. Solo dalla presentazione della domanda, infatti, se Carrefour vorrà riaprire veramente a Cascia potrà arrivare quella concreta opportunità di delocalizzazione e di riapertura”.