Bombole con meno ossigeno consegnate ai malati

1055
Fonte foto: Ansa.it
 
 

Avrebbero consegnato ai malati di Terni e provincia bombole di ossigeno terapeutico con all’interno quantitativi di prodotto inferiori a quelli formalmente dichiarati: è per questo che nove persone, tutte a vario titolo riconducibili a due società, una ternana e una lombarda, sono state denunciate dal nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza con le accuse di truffa ai danni del Servizio sanitario nazionale e frode nelle pubbliche forniture. L’attività delle fiamme gialle, coordinata dalla procura, ha permesso di accertare che, attraverso la creazione di documenti falsi, le due società addebitavano illecitamente al Servizio sanitario nazionale forniture, in realtà mai avvenute, per 11 mila metri cubi complessivi di ossigeno per fini terapeutici. I militari hanno analizzato nel dettaglio i dati riportati nelle fatture e nei documenti di trasporto, per poi confrontarli con la reale capacità delle bombole, ognuna identificata con apposita matricola.