Bilancio della Regione Umbria: “Sarà un bagno di sangue”

750
Regione Umbria: la situazione del personale precario

“Questo è un bilancio di prospettiva, costruito in maniera prudenziale a prescindere dalla legge di stabilità. Sarà comunque un bagno di sangue, con tagli notevoli soprattutto per il sociale”: nella Prima commissione del consiglio regionale, l’assessore Antonio Bartolini ha presentato così la manovra di Bilancio di previsione della Regione Umbria 2017-2019, che ammonta a 2 miliardi 608 milioni di euro, di cui un miliardo 651 milioni per la sanità. Bartolini ha parlato di “bilancio in equilibrio, a invarianza della pressione fiscale, che riconferma agevolazioni ed esenzioni degli anni passati e prevede una ulteriore razionalizzazione della spesa di funzionamento e una riduzione delle risorse per enti e società”. Poi Bartolini ha sottolineato che “il decreto per il terremoto prevede di non cofinanziare il Psr per cinque anni e questo ci consente un po’ di respiro”.