A Perugia “adotta una coperta per le donne arcobaleno”

239

Mostra e temporary shop di coperte artigianali sabato 25 e domenica 26 novembre al chiostro di San Lorenzo

   

“Adotta una coperta per le donne arcobaleno”: lo si potrà fare sabato 25 e domenica 26 novembre presso il chiostro di San Lorenzo in piazza IV Novembre a Perugia (dalle ore 11 alle 17.30). L’evento dell’associazione Vivo a colori, patrocinato da Comune di Perugia, è in collaborazione con l’Isola di San Lorenzo di Perugia.

L’inaugurazione con le istituzioni è in programma sabato 25 novembre alle 12: saranno presenti l’assessore Gabriele Giottoli, il vicesindaco del Comune di Perugia Gianluca Tuteri e la promotrice dell’evento Roberta Ricci, vicepresidente del Consiglio comunale.

“Novembre ci vedrà protagonisti – spiega la presidente di Vivo a Colori, Claudia Maggiurana – in vari temporary shop itineranti dove chi verrà a farci visita potrà trovare coperte artigianali e artistiche provenienti da tutta Italia. Il ricavato della loro vendita contribuirà ad acquistare i materiali di consumo, aghi e pigmenti, necessari per il funzionamento del macchinario Omnia, il tatuatore medicale utilizzato per la ricostruzione non chirurgica del seno, donato nei mesi scorsi da Vivo a Colori alla Breast Unit dell’ospedale di Perugia. Abbiamo scelto una data simbolica come il 25 novembre, giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, in quanto la nostra associazione si fa portavoce delle donne che si trovano ad affrontare una situazione di violenza psicologica e non, di grande sofferenza dovuta a condizioni di malattia come il tumore al seno – prosegue la presidente -. Infatti, riteniamo che, anche se la forma più evidente della violenza che colpisce tutte le donne è fisica perché lascia segni tangibili sul corpo, ci siano altre tipologie di violenza che generano menomazioni fisiche e psicologiche come accade molto spesso alle donne che si trovano ad affrontare uno tsunami dal nome tumore al seno”.

Pertanto, tutte le donne che vorranno dare voce alle loro emozioni potranno indossare un outfit o accessorio rosso e portare un paio di scarpe rosse da deporre sulle coperte.

Un simbolo di un dono di donne verso altre donne, per un vero flash mob.

“Ringraziamo le istituzioni che accolgono e danno voce alla nostra associazione e supportano le idee dirette verso testimonianze tangibili”, conclude Maggiurana.