Cyberspionaggio: indagato anche il pm Albamonte

641
Cyberspionaggio: indagato anche il pm Albamonte. Contestato il reato di falso ed abuso al pubblico ministero di Roma. Iscritti al registro anche due agenti della Postale
 

Cyberspionaggio: indagato anche il pm Albamonte. Contestato il reato di falso ed abuso al pubblico ministero di Roma. Iscritti al registro anche due agenti della Postale

Il pm della Procura di Roma Eugenio Albamonte, nonché presidente dellAnm, risulta indagato dalla Procura di Perugia per falso ed abuso d’ufficio. Il tutto è avvenuto in seguito ad un esposto presentato da Giulio Occhionero, l’ingegnere nucleare accusato di una attività di cyberspionaggio assieme alla sorella Francesca Maria.

Secondo le notizie emerse durante la prima udienza a carico dei due fratelli, oltre al pubblico ministero Albamonte, risultano indagati a Perugia anche due agenti della Polizia Postale a cui viene contestato l’accesso abusivo al sistema informatico.

Nicolò Brillo