Scherma: “Ormai venire a Terni a gennaio è un classico”

274

Scherma: “Ormai venire a Terni a gennaio è un classico”. Alfredo Rota e Diego Confalonieri hanno speso parole di elogio per l’organizzazione dell’evento a cura del Circolo Scherma Terni

Due grandi atleti che hanno fatto la storia della scherma italiana al Palatennistavolo Aldo De Santis di Terni in veste di Maestri delle giovani promesse in pedana per la seconda giornata di gare della II° Prova Nazionale Cadetti dedicata a sciabola femminile e spada maschile. Alfredo Rota e Diego Confalonieri hanno speso parole di elogio per l’organizzazione dell’evento a cura del Circolo Scherma Terni. “Ormai venire a Terni a gennaio è un classico, devo fare i complimenti all’organizzazione che migliora sempre di più” dice Alfredo Rota, oro nella spada a squadre alle Olimpiadi di Sidney 2000 e bronzo a Pechino 2008 ma anche vincitore della Coppa del Mondo nel 2003-2004, bronzo e argento Mondiale, oro e tre volte bronzo agli Europei. “La scherma cresce sempre di più e organizzare una gara con numeri così elevati non è semplice. E’ una gara importante per i Cadetti, anticamera della categoria Giovani che è il vero passo verso la scherma dei grandi. Iniziano già a vedersi le caratteristiche e le possibilità di un futuro”. Sulla stessa lunghezza d’onda Diego Confalonieri, medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Pechino 2008 nella spada a squadre, argento a squadre e bronzo individuale ai Mondiali di San Pietroburgo 2007, bronzo a squadre in quattro edizioni degli Europei tra il 2003 e il 2009: “Le gare stanno andando benissimo. Organizzazione perfetto, palazzetto bello e comodo. Tanti iscritti, sono contento. Ormai Terni è un punto di riferimento, una delle gare più numerose e ottimamente organizzate. Per chi deve fare Europei e Mondiali è una tappa importante in cui fare bene, per gli altri vuol dire fare esperienza visto che ci sono tre anni di differenza tra primo e terzo anno dei Cadetti”. Domenica 20 gennaio chiusura con sciabola maschile e spada femminile.