Open Day in corso, fino a domani, al Barton Park di Perugia

215

Il Rettore Oliviero: “L’Università vicina alla costruzione del futuro dei nostri giovani”

   

L’Università degli Studi di Perugia ha inaugurato oggi l’Open Day di Ateneo nella cornice del Barton Park di Perugia, un evento dedicato alla presentazione dell’offerta formativa, in programma il 18 e il 19 aprile nel capoluogo umbro, che ha visto fin dalle prime ore di oggi l’ampia partecipazione di studentesse e studenti delle quinte classi delle scuole superiori non solo umbre, ma anche di altre regioni di Italia.

“È la comunità che esce fuori dagli edifici storici e lo fa in maniera compatta, in una giornata che credo sia non solo di festa, ma anche di prospettiva per il futuro delle nostre giovani e dei nostri giovani e della nostra università”

ha evidenziato il Magnifico Rettore, Prof. Maurizio Oliviero, che ha visitato nella mattinata i punti informativi dei quattordici Dipartimenti di Ateneo, oltre a quelli allestiti per far conoscere i numerosi servizi che UniPg offre al fine di garantire il benessere della comunità studentesca.

Il Rettore Oliviero era accompagnato dal Direttore Generale, Dott.ssa Anna Vivolo, dal Prof. Roberto Rettori, Delegato per il settore Orientamento, tutorato e divulgazione scientifica e da esponenti della Governance.

“L’Open Day di UniPg – ha aggiunto il Rettore – rappresenta un’opportunità in cui la nostra Università si mostra per le sue eccellenze, nella sua capacità di essere vicina alla costruzione del futuro dei nostri giovani, alle tante opportunità che questo Ateneo può mettere a disposizione per la loro crescita e per seguire i loro sogni”.

L’Open Day UniPg prosegue oggi fino alle 18 e domani, venerdì 19 aprile, dalle ore 8.30 alle ore 18.

Oltre ai punti informativi dei quattordici Dipartimenti e agli stand dei servizi, oggi sarà inoltre possibile partecipare a lezioni tipo, attività teoriche pratiche, laboratori e seminari. Fra i temi degli incontri della giornata di domani l’intelligenza artificiale al servizio della terapia intensiva neonatale, la violenza di genere e la tutela della vittima, il rapporto matematica e fumetti, l’esperienza virtuale in 3D per la scoperta dei farmaci, la modellazione 3D e la realtà aumentata, il fenomeno del victim blaming, il ruolo di architettura e del design per progettare il futuro.

Spazio sarà anche dedicato a SOS Genitori: un incontro rivolto ai genitori delle aspiranti matricole per aiutarli ad interpretare al meglio il loro ruolo, in un momento così delicato come quello della scelta del percorso di studi universitario dei loro figli.