MUVIT MaMo MOO: un filo rosso tra arte e vino

141

MUVIT MaMo MOO: un filo rosso tra arte e vino. La mostra del Maestro Massimiliano MaMo Donnari

In un vivace dialogo di continuità e contrasto con le collezioni di arti decorative dei Musei Lungarotti, il MUVIT e il MOO aprono le porte alla mostra dell’artista perugino Massimiliano MaMo Donnari.
Il percorso annovera ben 16 opere dislocate tra le sale dei due musei e si articola sul filo dell’ironia e dell’immaginazione. Si parte dal MUVIT, da Space General E.T. “sorvolante” sulle antiche anfore vinarie – opera da cui è tratto Wine General, immagine ufficiale della mostra nonché soggetto privilegiato per l’etichetta in edizione limitata di Rubesco Magnum 2017 – alla Fashion Queen che sovrintende alla vinificazione, passando attraverso il genio di Leonardo con Leo e U.S.A. La Gioconda. Il percorso prosegue al MOO dove ai Beatles (Abbey Road), Il Perugino e Louis Armstrong fanno eco i tre Generali (GeneraLEGO, Il generale della musica 2.0, Generale Chili Pepper) “mimetizzati” tra le macine olearie e Il Pirata emblematicamente esposto accanto della nave oneraria con carico oleario.
Autore atipico prestato all’imprenditoria, se considerato nell’ottica del panorama culturale e internazionale odierno, senza aver ricevuto alcuna formazione accademica MaMo sa volgersi all’esperimento con nuova libertà di espressione, dimostrandosi singolare interprete di un universo formale variegato ed originale.
Di questo universo multiforme diventa testimone la mostra che, curata dalla Fondazione Lungarotti, sarà aperta al pubblico dal 23 novembre 2019 al 12 gennaio 2020 (vernissage venerdì 22 novembre, ore 18.00). La mostra è realizzata in collaborazione con la Cantina Lungarotti e Banca Generali con il patrocinio del Comune di Torgiano.

Una selezione delle sue opere sarà visitabile, anche negli Uffici Private di Banca Generali, in Via Pontani 39 a Perugia, per un’esposizione temporanea che avrà come Fil Rouge il mondo del Finance. L’arte contemporanea, è prima di tutto capitale intellettuale che entrando in un luogo non tradizionale come questo, apre nuovi orizzonti nel mondo del lavoro e influisce positivamente anche sui propri collaboratori. In questo modo il Gruppo Banca Generali contribuisce a sostenere e promuovere artisti contemporanei emergenti e talentuosi come MaMo, capaci di intercettare ed anticipare tendenze future.