La Festa di San Biagio al Castello di San Mamiliano

229

La Festa di San Biagio al Castello di San Mamiliano. Mostra e conferenza sul Santo protettore della Gola

Come ogni anno, domenica 3 febbraio, presso il Castello di San Mamiliano (comune di Ferentillo), si celebrarà la festa in onore di San Biagio, il famoso Santo protettore della gola.

Per l’occasione il Comune di Ferentillo, la Pro Loco di Ferentillo e il Gruppo “I Cantori della Valnerina”, in collaborazione con il Cedrav – Centro per la Documentazione e la Ricerca Antropologica in Valnerina e EO|LO – Etnolaboratorio per il Patrimonio Culturale Immateriale, hanno voluto rendere omaggio a questo Santo allestendo la Mostra fotografica “San Biagio in Italia. I luoghi, il culto, le feste” e organizzando una conferenza che avrà come tema “il culto di San Biagio in Italia e in Valnerina”.

La Mostra, che sarà inaugurata alle 10:00 dal Sindaco di Ferentillo, Paolo Silveri, e dal Presidente della Pro Loco, Emilio Rosati, espone tutto il materiale raccolto dal “Progetto San Biagio”, nato in Croazia su idea del Museo Etnografico (DU’M), in occasione del 700° anniversario del martirio del Santo. Alla conferenza, che si svolgerà alle 10:30 presso il palazzo comunale di Ferentillo, prenderanno la parola la Prof.ssa Paola Elisabetta Simeoni, che ci parlerà dei vari aspetti raccontati nella Mostra sul culto di San Biagio, Angelo Palma, che tratterà degli aspetti del culto di San Biagio in Italia e Agostino Lucidi, che si occuperà del culto di San Biagio in Valnerina. Durante la conferenza spazio anche ai Canti Tradizionali, con il Gruppo “I Cantori della Valnerina”, che da anni cerca di salvare dall’oblio tutte quelle tradizioni canore e musicali proprie dei paesi della Valnerina.

Nel pomeriggio (ore 16:00), presso il Castello di San Mamiliano, verrà celebrata da Don Rinaldo Cesarini la Santa Messa in onore di San Biagio, con il tradizionale rituale della protezione della gola compiuto ungendo con dell’olio la gola dei fedeli e successivamente riscaldandola con la fiamma di una candela. Al termine della S. Messa, sempre presso la chiesina del castello, ci sarà una Elevazione Musicale a cura del Quintetto d’Ottoni della Banda Musicale “Furio Miselli” di Ferentillo, diretto dal M. Luca Panico. Per chi invece volesse conoscere tutta la storia del Castello di San Mamiliano, alle 15.00 verrà effettuata una Visita Guidata gratuita per le vie del castello, a cura di Sebastiano Torlini (Guida Turistica Abilitata).