Centri estivi anche a Sigillo

185
 

Centri estivi anche a Sigillo. Per bambini tra i 6 e gli 11 anni, turni settimanali dal 20 luglio al 21 agosto

Sigillo ha approvato il progetto organizzativo del centro estivo comunale che verrà realizzato presso i locali della Scuola dell’Infanzia in Via Don Antonio Brunozzi n. 1 dal 20 luglio al 21 agosto 2020, dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 13.00, suddiviso in cinque turni settimanali e rivolto ai bambini tra i 6 e gli 11 anni.

Per ogni settimana saranno organizzati 2 gruppi da 7 bambini ciascuno che tengano conto dell’omogeneità dell’età.

“E’ stato un lavoro molto impegnativo – dichiara il Vice sindaco Annalisa Paffi – che ha richiesto tanto lavoro e siamo riusciti a raggiungere l’obiettivo grazie alla collaborazione di tutte le realtà coinvolte con un ruolo decisivo esercitato dagli uffici comunali e dalla Conferenza di zona che abbiamo voluto coinvolgere fortemente per attivare la coprogettazione così da poterci avvalere  anche per i centri estivi della cooperativa Asad. Questo ci permette di operare – continua il vice sindaco Paffi – non solo nel pieno rispetto della normativa contro la diffusione del Covid-19, ma con i maggiori costi in termini di personale da impiegare, di dispositivi di protezione individuale e di prodotti per la disinfezione, grazie agli interventi agevolativi resi possibili da fondi  regionali e comunali all’interno della coprogettazione,  questi costi non si sono tramutati in aumento delle rette a carico delle famiglie che avrebbero rischiato di non poter accedere, per motivi economici, al servizio estivo determinando, di conseguenza, l’esclusione di una parte di bambini e ragazzi da questa importante esperienza, tanto più in questa fase storica in cui, con la sospensione di tutte le attività educative e scolastiche in presenza, si è limitata drasticamente la possibilità di svolgere esperienze al di fuori del contesto domestico e familiare per bambini e adolescenti.
“Le misure che abbiamo intrapreso – conclude Paffi – hanno l’obiettivo di ripristinare le condizioni per l’esercizio da parte dei bambini  del diritto alla socialità, peraltro fortemente intrecciato con le problematiche di conciliazione dei tempi familiari e di lavoro dei genitori, in particolare delle donne, nella consapevolezza che è indispensabile favorire una graduale ripresa di socialità, attività e relazioni dei bambini e ragazzi che, se sospesa per troppo tempo, rischia di avere effetti negativi sulla salute dei singoli, soprattutto se fragili e in età evolutiva”.

Le domande potranno essere presentate direttamente all’Ufficio Protocollo, previo appuntamento telefonico al n. 075/9178700 fino al 12 agosto 2020, e saranno valutate settimanalmente con riferimento al turno successivo.