Trenitalia Umbria: in aumento puntualità e soddisfazione della clientela

126

Trenitalia Umbria: in aumento puntualità e soddisfazione della clientela. 92 su 100 sono soddisfatti, in crescita gli umbri che scelgono il trasporto regionale: 10 mila passeggeri in più nei primi nove mesi dell’anno

Cresce la puntualità dei treni regionali dell’Umbria ed aumenta la soddisfazione dei viaggiatori. I primi nove mesi del 2019 hanno registrato una crescita costante della puntualità percepita dai viaggiatori: il 90,1% dei treni è arrivato entro i cinque minuti, con una crescita annuale che sfiora i quattro punti percentuali (+3,8%). Sono i numeri principali che delineano l’andamento del trasporto ferroviario regionale in Umbria, a cui si aggiunge un incremento continuo della customer satisfaction: 92 viaggiatori su 100 sono soddisfatti del viaggio nel suo complesso (91,6%), risultato di due punti percentuali più alto rispetto al settembre 2018. L’ultima indagine demoscopica, commissionata da Trenitalia a una società esterna, registra, per i treni umbri, miglioramenti anche per tutti gli altri indicatori: pulizia al 79,9% (+0,6), comfort all’87,9% di gradimento (+1,3), puntualità al 79,3% (+2,3), permanenza a bordo al 93,8% (+3), informazioni a bordo treno all’86,7% (+0,5) e security all’86,1% (+4,1). Cresce, di pari passo con gli indicatori di qualità del servizio, anche il numero di persone che in Umbria scelgono il trasporto regionale per i loro spostamenti di studio, lavoro, svago o turismo: 10 mila umbri in più hanno viaggiato a bordo dei treni regionali nei primi nove mesi del 2019, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Effetti positivi, anche nella nostra regione, per il nuovo servizio di customer care: sono circa 600 addetti su tutto il territorio nazionale – 6 in Umbria – che offrono assistenza, informazione e security a tutti i passeggeri del trasporto regionale, sia a bordo sia sotto bordo, per i treni che circolano negli orari di punta e nelle stazioni con i maggiori flussi di traffico. Il servizio, avviato a novembre 2018, ha introdotto nel trasporto regionale alcuni plus che erano prerogativa delle Frecce. Viaggiatori, puntualità, regolarità e gradimento del servizio potranno ulteriormente migliorare con il completamento del percorso della maxi fornitura di 600 nuovi treni regionali per un investimento economico complessivo di sei miliardi di euro che garantiranno il rinnovo dell’80% dell’intera flotta regionale di Trenitalia. In questo ambito, Trenitalia ha avviato la gara per l’acquisizione dei 12 nuovi treni regionali dedicati all’Umbria – velocità massima 200 km/h, in consegna a partire dal 2021 – previsti dal Contratto di Servizio sottoscritto nel luglio del 2018 con la Regione Umbria. Nuovi treni, ma non solo. Trenitalia è da sempre attenta alle esigenze delle persone e per questo favorisce l’integrazione modale, con soluzioni che invogliano i viaggiatori a lasciare l’auto privata a casa, per scegliere i trasporti pubblici, più convenienti, sicuri e sostenibili. Rientra in questo ambito Umbria.GO, il biglietto integrato che proprio in questo mese di ottobre compie due anni. Nelle sue diverse versioni di validità – 1, 2, 3, e 7 giorni – 1, 3, 12 mesi – Umbria.GO dà libero accesso a tutti i mezzi di trasporto pubblico locale nell’intero territorio regionale umbro: dai treni ai bus urbani ed extraurbani, dal minimetrò di Perugia alla funicolare di Orvieto, fino alle motonavi sul Lago Trasimeno. Per la sua convenienza e versatilità, Umbria.GO è già stato scelto da circa 2.500 clienti, tra viaggiatori occasionali ed abbonati, con un incremento di più del 35% nei primi nove mesi del 2019. Il trasporto regionale su ferro registra un trend in crescita confermando l’attenzione costante del Gruppo FS verso le esigenze del milione e mezzo di persone che, ogni giorno, viaggiano sui convogli di Trenitalia. Risultati che sottolineano, inoltre, come il trasporto regionale e metropolitano nel suo complesso sia il perno di tutte le attività del Gruppo e al centro del Piano industriale 2019–2023.