Strategia Europea per la città

1338
   

Sono Perugia, Terni, Foligno, Spoleto e Città di Castello le città dell’Umbria individuate dalla Regione per attuare la “Agenda urbana”, con interventi che serviranno a ridisegnare e innovare i servizi urbani, innalzare la qualità della vita favorendo l’inclusione sociale dei segmenti di popolazione più fragile, accrescere la loro capacità attrattiva legata alla valenza culturale, storica, artistica e naturale. Alla realizzazione dell’Agenda urbana dell’Umbria, quale motore di nuovo sviluppo economico, sono destinati complessivamente circa 35,6 milioni di euro, di cui 30,8 relativi a fondi comunitari Fesr (Fondo europeo sviluppo regionale) e Fse (Fondo sociale europeo), con un cofinanziamento da parte dei Comuni, chiamati a coprogettare con la Regione Umbria i propri Programmi di sviluppo urbano sostenibile. Di “Agenda urbana – Le azioni strategiche per le nostre città” si parlerà in un convegno giovedì 9 luglio a Spoleto, a Palazzo Mauri, dalle ore 9 alle 14, al quale interverrà il vicepresidente della Regione Umbria Fabio Paparelli e in cui verranno presentate le politiche e i progetti per lo sviluppo urbano nella programmazione 2014-2020 di Umbria, Emilia Romagna, Marche e Toscana e l’Agenda urbana nazionale. I lavori si apriranno con il saluto del sindaco di Spoleto, Fabrizio Cardarelli e con l’intervento introduttivo del vicepresidente Paparelli. I fondi Sie (fondi strutturali e d’investimento europei) 2014-2020 e la nuova strategia europea per la città saranno al centro dell’intervento di Nicolas Gharbi, della Direzione generale Politica regionale e urbana della Commissione europea, mentre Giorgio Martini, dell’Agenzia per la coesione territoriale, illustrerà la “Agenda urbana nazionale: un nuovo modello di governance e l’esperienza in corso sul Pon Metro”. A presentare come si sta procedendo per l’attuazione dell’Agenda urbana, saranno Morena Diazzi, Autorità di gestione Fesr Regione Emilia Romagna; Caterina Ferri, assessore allo Sviluppo territoriale del Comune di Ferrara; Mauro Terzoni, Autorità di gestione Fesr Regione Marche; Claudio Centanni, dirigente Pianificazione urbanistica del Comune di Ancona; Maria Sargentini, direttore generale Governo del territorio Regione Toscana; Albino Caporali, Autorità di gestione Fesr Regione Toscana; Andrea Serfogli, assessore per il Bilancio e Cura della qualità urbana del Comune di Pisa; Claudio Tiriduzzi, dirigente Servizio Programmazione comunitaria della Regione Umbria; Enrico Carloni, assessore per le Politiche economiche del Comune di Città di Castello. I lavori, moderati da Carlo Cipiciani, dirigente del Servizio regionale Programmazione strategica generale, saranno conclusi dall’Autorità di gestione Fesr della Regione Umbria, Lucio Caporizzi.