Spento il rogo di Ponte San Giovanni, Usl 1 già al lavoro

224

Spento il rogo di Ponte San Giovanni, Usl 1 già al lavoro. Operazioni concluse nella notte tra domenica e lunedì. L’Assessore regionale Barberini annuncia l’inizio dell’attività sui rischi per la salute pubblica

Spento nella notte l’incendio che nel pomeriggio di domenica ha interessato il materiale ammassato in un’azienda di recupero rifiuti nella zona industriale di Ponte San Giovanni, alla periferia di Perugia. I vigili del fuoco hanno lavorato a lungo con diversi uomini e mezzi. Proseguono anche le indagini sulle cause del rogo in collaborazione con i carabinieri del Noe e gli accertamenti dell’Arpa

L’Usl Umbria 1 è già attiva per capire se ci sono state ricadute per la salute pubblica in seguito all’incendio alla Biondi recuperi ecologia di Ponte San Giovanni.

Lo ha spiegato l’assessore regionale alla Sanità Luca Barberini partecipando a un’iniziativa all’ospedale del capoluogo umbro.

“Stiamo aspettando le prime valutazioni – ha aggiunto Barberini – e all’esito delle stesse informeremo la comunità regionale”.

INCENDIO PONTE SAN GIOVANNI/ORDINANZA DEL SINDACO PER I DIVIETI IN VIA PRECAUZIONALE

A seguito dell’incendio sviluppatosi nel pomeriggio di domenica 10 marzo a Ponte San Giovanni nell’impianto di trattamento dei rifiuti di Biondi Recuperi, è fatto divieto di consumare i prodotti coltivati nel raggio di 3 km dal luogo dell’incendio, da parte dei soggetti più a rischio, come bambini, donne in gravidanza e in allattamento, nonché di raccolta e consumo di funghi epigei spontanei, di pascolo e razzolamento degli animali da cortile e di utilizzo dei foraggi e cereali destinati agli animali, raccolti nell’area interessata. Il consumo di prodotti alimentari coltivati è consigliato solo dopo accurato lavaggio con acqua associato a strofinazione delle superfici e, ove possibile, alla rimozione del rivestimento superficiale mediante spellatura o sbucciatura.

Al riguardo, è stata emanata, in via precauzionale, l’ordinanza sindacale, sulla base di quanto accertato da ARPA e Usl Umbria1. Con la stessa ordinanza sono state chiuse anche le scuole della zona per l’intera giornata di oggi.