Sospesa attività di società di cartomanzia

680
Questura, nessuna criticità per UJ e il Festival di Spoleto
 

Sospesa attività di società di cartomanzia. A loro carico è stato applicato un provvedimento amministrativo del questore del capoluogo umbro per l’abuso della credulità

Sospesa a tempo indeterminato l’attività di quattro società di cartomanzia telefonica e via web che operavano tra Perugia e Bastia Umbra presso le quali – secondo polizia e carabinieri – operavano non esperti di esoterismo ma addetti commerciali.

A loro carico è stato applicato un provvedimento amministrativo del questore del capoluogo umbro Francesco Messina per l’abuso della credulità.

Uno dei titolari è stato poi denunciato penalmente per non avere rispettato la sospensione.
Dall’indagine, alla quale ha collaborato anche l’ispettorato del lavoro, è emerso che i centri di cartomanzia ricevevano telefonate da tutta Italia.

Il pagamento dei presunti servizi avveniva tramite numeri a pagamento 899 o, in maniera anticipata, con carte di credito.

“Il ricorso a questi servizi – ha spiegato Messina – è risultato particolarmente diffuso. Forse anche perché con i problemi legati alla crisi le persone sono spinte a trovare conforto in servizi che poco hanno a che fare con la realtà.

(Fonte: Ansa.it)