Progetto “Puzzle”: al via il corso di formazione a Villa Umbra

342
Progetto

Progetto “Puzzle”: al via il corso di formazione a Villa Umbra. Il percorso formativo nell’ambito del progetto dedicato al fenomeno della tratta di esseri umani.

Prende il via oggi, a Villa Umbra, il percorso formativo gratuito, attivato nell’ambito del progetto “Puzzle” – Interventi per il potenziamento dell’Accoglienza in Umbria – e dedicato al fenomeno della tratta di esseri umani.

Il “Corso sulla tratta nel sistema di protezione internazionale”, organizzato dalla Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica, si inserisce nell’ambito del Progetto “Puzzle” – Interventi per il potenziamento dell’Accoglienza in Umbria, di cui è capofila la Prefettura di Perugia in partenariato – oltre che con la Scuola stessa – con Anci Umbria, Usl Umbria 2, Cidis Onlus, Borgorete. Al progetto, finanziato attraverso le risorse del Fondo Asilo Migrazione ed Integrazione (FAMI 2014-2020), hanno inoltre dato la loro adesione Regione Umbria, Prefettura di Terni e Usl Umbria 1.

Obiettivo del progetto “Puzzle” è potenziare ed ottimizzare il sistema regionale umbro di prima accoglienza dei richiedenti protezione internazionale e promuovere processi di integrazione dei richiedenti e dei titolari di protezione Internazionale.

Il “Corso sulla tratta nel sistema di protezione internazionale” è articolato in cinque giornate formative, in calendario da settembre a novembre, guidate da esperti del settore provenienti dall’Associazione on the road di cui il Presidente Vincenzo Castelli è esperto della tematica a livello nazionale ed internazionale, supervisore di interventi sulla devianza urbana in Europa ed in America latina. Oltre a lui interverranno Guido Talarico, Stefania Massucci e porteranno il loro contributo i professionisti della rete umbra contro la tratta di esseri umani che operano presso gli enti attuatori: Borgorete, Arci solidarietà Ora D’Aria, Associazione San Martino, Istituto Crispolti.